Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2017

Gorizia e la solita questione dei migranti, una sistematica omissione di soccorso impunita

Oramai sentir dire che a Gorizia periodicamente ci sono decine e decine di richiedenti asilo omologati come fuori convenzione, fuori praticamente da ogni processo di "accoglienza", è la normalità. Dormono per strada, vivono per strada. Perchè Gorizia ha raggiunto la sua fantomatica quota e chi non rientra in questa quota può andare altrove, qui non troverà alcuna porta aperta. Forse una galleria, di passaggio. Palestre chiuse, tendopoli neanche a proporle, caserme chiuse, stanze chiuse. Fuori da Gorizia. Arriveranno i soliti autobus li trasporteranno in qualche altra città ed arrivederci alla prossima emergenza nella non emergenza. Perchè il Governo italiano ha detto che non può essere dichiarata alcuna emergenza in materia e la Regione FVG ha fatto sparire nel nulla il decreto sull'emergenza in materia di migranti. In un sistema dove l'omissione di soccorso è appunto sistematica, impunita. E poi sempre le solite chiacchiere per arrivare all'assurdo che neanche …

Dichiarazione di Tunisi: vince la logica aiutiamoli a casa loro, una bella impresa per le imprese

La Dichiarazione di Tunisi del 24 luglio 2017 ha riguardato i Ministri dell'Interno di Algeria, Germania, Austria, Francia, Italia, Libia, Mali, Malta, Niger, Slovenia, Svizzera, Ciad, Tunisia, il Commissario europeo per la Migrazione, gli Affari Interni e la Cittadinanza e il Ministro dell’Interno dell’Estonia che ha assunto la Presidenza del Consiglio dell'Unione Europea. Tra le soluzioni più importanti proposte per affrontare la questione dei migranti nell'area del Mediterraneo emergono in particolar modo:   
1) contribuire al trattamento delle cause profonde della migrazione irregolare promuovendo  lo sviluppo integrato e inclusivo nei Paesi di origine e di transito, in particolare nelle regioni ad alto  potenziale migratorio; 
2) rispondere alle sfide migratorie attraverso politiche europee di aiuto pubblico allo sviluppo, privilegiando lo sviluppo integrato delle regioni svantaggiate nei Paesi di origine e di transito e promuovendo, in particolare, iniziative che co…

Ma a cosa serve la schedatura( quasi un milione di auto-certificazioni) degli operatori scolastici sulla situazione vaccinale?

Se ad oggi è salta la vaccinazione obbligatoria per tutti gli operatori scolastici è solo per ragioni economiche, perchè troppo costosa, ma non è detto che alla Camera le cose non possano mutare.  La nuova modifica del discusso testo legislativo vuole che entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto considerato, gli operatori scolastici, sanitari e socio-sanitari presentano agli istituti scolastici e alle aziende sanitarie nei quali prestano servizio una dichiarazione, resa ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, comprovante la propria situazione vaccinale.

L'interrogativo che sorge è semplice, a cosa serve tutto ciò? Quale il reale senso?
Probabilmente la totalità degli operatori scolastici non sono stati soggetti a tutta la vaccinazione come prevista dal noto decreto e sicuramente faranno una gran fatica a recuperare la documentazione comprovante la loro situazione dal punto di vista della vaccinazi…

Se la maggioranza degli italiani pensano che i rifugiati sono un peso che si deve dare priorità agli italiani

Sarà una coincidenza ma lo stop o sospensione  sullo Ius soli in Italia è arrivato in prossimità della pubblicazione del rapporto sulla piramide dell'odio alla Camera avvenuta il 20 luglio.   La Commissione sull’intolleranza, la xenofobia, il razzismo e i fenomeni di odio è stata istituita nel maggio 2016 ed è stata intitolata, nel luglio successivo, a Jo Cox , deputata presso la Camera dei Comuni del Regno Unito uccisa il 16 giugno 2016.  La relazione finale è stata approvata dalla Commissione nella seduta del 6 luglio 2017. La relazione finale è stata approvata dalla Commissione nella seduta del 6 luglio 2017 , dopo 14 mesi di lavoro nel corso dei quali sono stati auditi 31 soggetti ed acquisiti 187 documenti (studi, ricerche, pubblicazioni monografiche, raccolte di dati, position papers). Nel testo si legge che "Secondo l’Ignorance Index di IPSOS MORI l’Italia risulta il Paese con il più alto tasso del mondo di ignoranza sull’immigrazione: la maggioranza degli ital…

Un documento della CIA sulla nascita di "New Gorizia" Nova Gorica

Nova Gorica è una vitale e moderna cittadina nata subito dopo l'assegnazione di Gorizia all'Italia che ancora qualche realtà definisce, come fatto storico, come seconda redenzione, concetto tanto anacronistico quanto in realtà profondamente antistorico, perchè come ben è noto è stata l'Italia ad aggredire una fetta di territorio che non era mica di sua appartenenza ad un prezzo enorme, territorio poi perso e riconquistato ed ancora perso e poi restituito in virtù della pace emersa alla fine della seconda guerra mondiale che ancora oggi qualcuno in modo fuorviante tende a criticare.  Saranno 70 le candeline della Gorizia italiana e 70 le candeline per Nova Gorica in questo 2017. Due realtà che comunque si parlano poco, anche se i muri fisici son caduti da un pezzo.  La CIA, che come è noto ha attenzionato (e forse continua a farlo ancora oggi ) per lungo tempo questo territorio possiede diversi documenti, relazioni, note, studi su quanto accaduto, oltre ad aver raccolto ed…

Questione migranti: per il Governo nessun stato di emergenza, allora perchè parlare di emergenza?

Nel Question time del 19 luglio il Governo ha risposto ad alcune richieste di alcuni parlamentari sulla situazione "emergenziale" sussistente in Italia in materia di migranti.  Quello che è emerso in modo chiaro è che ad oggi non ci sono le condizioni per definire e dichiarare alcun stato di emergenza in materia di migranti. Allora se nessun stato di emergenza deve essere dichiarato, la si dovrebbe finire di continuare a parlare di emergenza migranti, semplicemente perchè questa emergenza non esiste, stante quanto emerso a livello istituzionale. Intanto rimangono dei numeri significativi, i minori accompagnati nel 2014 erano 13.026, nel 2015, 12.360, nel 2016, 25.846,a luglio 2017, 9761 , per un totale 93.335 sbarchi al 20 luglio. Quanti sono i richiedenti asilo presenti ad oggi in Italia? Non è dato sapere con certezza, si ragiona in via approssimativa con un numero che si dovrebbe aggirare intorno alle 240 mila persone.  Quanti gli "irregolari" pre…

Tratto autostradale Portogruaro San Giorgio se in pochi rispettano limite 80 km/h per cantiere

Ho affrontato, non con poca preoccupazione visti i diversi incidenti, anche gravi, che si sono verificati ultimamente, sia in direzione Trieste che in direzione Venezia il tratto autostradale Portogruaro-San Giorgio.   Gli automobilisti sono indisciplinati, menefreghisti, strafottenti. Ti sentivi come il deficiente della situazione a rispettare i limiti di velocità, perchè tutti, salvo i camionisti, ti sorpassavano e spesso a velocità ben sostenuta.  Poi quando incontravano od intravedevano l'autovelox ecco qualcuno rallentare, in modo pericoloso, ma la maggior parte che ho incontrato semplicemente proseguivano la loro corsa come se niente fosse. Menefreghismo totale. Ora pare evidente che si possono mettere anche mille autovelox, ma nulla cambierebbe. E non si può pretendere di riempire quel tratto, soggetto ad importanti lavori, di polizia. Forse si potrebbe pensare ad un tutor intermedio nell'area del cantiere. Ma non è questo il punto.
Andrebbero inasprite in modo signifi…

Le 5 sfide per il mondo dei servizi segreti nell'area mediterranea

Il 22 giugno si è tenuto, nella sede dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a Roma, il convegno Med2035 – La trasformazione degli scenari geopolitici, organizzato dalla Cattolica, con la direzione scientifica del Centro di Ricerche sul Sistema Sud e il Mediterraneo Allargato (CRiSSMA), ed in collaborazione con il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (DIS) della Presidenza del Consiglio. All'interno del convegno, come si può leggere sul sito Sicurezza nazionale è stato pubblicato un sintetico report ove emergono alcune questioni importanti. L'area mediterranea è "l’unica regione del mondo nella quale si affacciano contemporaneamente cinque diversi tipi di sfide." Sfide che interessano ovviamente anche il complesso mondo dell'Intelligence.  Quali queste sfide? 1) sfida convenzionale: "costituita dalla necessità di gestire in termini di un ’ritorno al passato’ inopinato le crisi geopolitiche, con l’attivismo rinnovato delle antiche potenze imperi…

FVG continua calo della popolazione, ma i centenari sono 470, solo 51 maschi

Se nel mese di gennaio 2015 gli abitanti complessivi in FVG erano 1.226.354, e poi 1.222.438 con i dati aggiornati a luglio 2017, (che fotografano la situazione a gennaio 2017) risultano 1.217.872 residenti con 470 centenari di cui 419 femmine e 51 maschi, una sola centenaria straniera, su un totale di 17.630 centenari ed ultra in tutta Italia di cui 120 stranieri.  In FVG risultano un totale di 104.276 residenti stranieri, 12.831 nella provincia di Gorizia di cui solo 5.817 a Monfalcone, 3196 a Gorizia , 770 a Ronchi, 20.623 nella provincia di Trieste, 39.942 nella provincia di Udine, 31.380 in quella di Pordenone.  Gorizia è ferma a 34.742 abitanti con 17 centenari tutte femmine, Ronchi 11.939 con 3 centenari tutte femmine, Monfalcone 27.991 abitanti  con 12 centenari tutte femmine, Trieste 204.234 abitanti con 83 centenari, 70 femmine e 13 maschi, Udine 99.341 abitanti con 63 centenari 53 femmine e 10 maschi, Pordenone 51.139 abitanti  con 30 centenari 26 femmine e 4 maschi. 
Mar…

Continuano i rapporti culturali ed economici con l'Egitto, affari aumentati del 30%,"rapporti bilaterali intensi"

Sul sito dell'Ambasciata italiana in Egitto si legge che "i rapporti bilaterali tra Italia ed Egitto sono intensi e spaziano dalla cooperazione politica (incontri, missioni, visite di stato, riunioni internazionali, ecc.), a quella economico-commerciale, dalla promozione della lingua e della cultura italiana, alle politiche di sostegno allo sviluppo e alla collaborazione nel campo della ricerca e della scienza."  Anche se come è noto a aprile 2016, in merito al tremendo caso di Giulio Regeni, la cui verità latita per i motivi ben noti ,veniva pubblicato sul sito dell'Ambasciata questo comunicato  " Il Ministro degli Affari Esteri, Paolo Gentiloni, ha disposto il richiamo a Roma per consultazioni dell'Ambasciatore al Cairo Maurizio Massari. La decisione fa seguito agli sviluppi delle indagini sul caso Regeni e in particolare alle riunioni svoltesi a Roma ieri e oggi tra i team investigativi italiano ed egiziano. In base a tali sviluppi si rende necessaria u…

Volontari per la sicurezza in FVG ecco come potranno operare

Chi li chiama ronde, chi li chiama volontari contro il degrado, chi volontari per il decoro, la Legge 9 del 2009 è chiara, si chiamano "volontari per la sicurezza" così come chiaro è il regolamento di attuazione che ne disciplina poteri, funzioni, formazione e dotazioni a partire dalla divisa che dovrà essere di un tessuto misto cotone, interamente bordato, bicolore verde Pantone 3302, ad alta visibilità arancio più berretto tipo baseball, con visiera rigida e fascia di regolazione alla nuca; -colore: verde Pantone 3302 con la scritta "volontario per la sicurezza" nonchè dovranno avere un telefono cellulare, con fotocamera integrata. Oltre ai canonici dispositivi individuali di sicurezza, come le scarpe, è prevista come dotazione facoltativa utilizzo di biciclette, binocoli, torce, autovetture, dove potrà essere applicato il logo” volontari per la sicurezza”.  L’attività dei volontari si configura come un servizio di utilità sociale svolto in forma occasionale e g…

A quando voli verso l'Est Europa dal FVG?

Come è noto lo scalo di Ronchi, l'unico del FVG, è in fase di profondo rinnovamento. Dal sito internet, agli interni, alla realizzazione del polo intermodale, opera da diversi milioni di euro. Scalo che in base alle più ottimistiche previsioni entro il 2020 dovrebbe arrivare a movimentare circa un milione di passeggeri a fronte di quasi 40 milioni di euro complessivi di investimenti. Intanto la Regione del FVG incrementa il capitale sociale attuale portandolo da tre ad otto milioni di euro andando alla ricerca di un socio privato, in sostanza, dopo aver la Regione fatto corposi investimenti pubblici, preparato il pacchetto, prepara il campo bello e pronto e già seminato a qualche socio privato. Un piccolo scalo, che nella migliore delle ipotesi ottimistiche avrà una movimentazione di passeggeri inferiore a quella di Trapani, Brindisi, Firenze, Lamezia, Treviso, Verona. Guardando le rotte che l'aeroporto di Ronchi/Trieste/FVG tende a mantenere queste sembrano continuare a  a g…

Dal Carso isontino a Trieste dove ancora è visibile più di un maledetto fascio

Se la Spagna ha praticamente rimosso tutti i simboli visibili del franchismo, come è noto lo stesso non può dirsi dell'Italia, che a partire dalla sua Capitale, Roma, ancora sono visibili diversi fasci ed a quanto pare forse anche tutelati dal punto di vista "artistico/storico" come se un fascio possa essere un bene artistico/storico da tutelare. D'altronde più di qualcuno ha evidenziato che nell'architettura fascista ma anche nel simbolo del fascismo vi è parte dell'identità italiana. Eppure basterebbe poco per fare piazza pulita di tutto ciò, se esiste tale norma, abrogarla, e rimuovere almeno tutti gli ultimi fasci rimasti in Italia. Perchè questa non è memoria storica, ma una porcata simbolica e storica da cancellare. Alcuni sono visibili anche in modo a dir poco invadente tra il Carso isontino e Trieste.  Come il cippo fascista dedicato a Corridoni, un mostro che violenta il bellissimo Carso, ma è a Trieste, anche nei luoghi meno visibili che se ne poss…

I primi tre Paesi da cui si fugge di più per l'Italia sono Nigeria, Bangladesh, Guinea

A luglio 2017 risultano in Italia più di 80 mila persone sbarcate e la nazionalità dichiarata riguarda una serie di Paesi che hanno certamente in comune il problema del terrorismo, nonchè situazioni di instabilità strutturali che perdurano da lungo tempo. Sul sito Viaggiare sicuri vengono riportate le principali criticità che riguardano i Paesi del nostro caro e vecchio mondo, vediamo quali sono quelle segnalate nei Paesi da cui giungono la maggior parte dei richiedenti asilo:

Nigeria In considerazione dell’attuale precaria situazione di sicurezza in Nigeria si raccomanda di limitare allo stretto necessario i viaggi nel Paese e si sconsigliano assolutamente i viaggi nel nord-est (Stati del Borno, Yobe e Adamawa) a causa della attività del gruppo terroristico di Boko Haram.
Il rischio di sequestri di persona con finalità terroristiche o a scopo estorsivo, anche alla luce della gravissima crisi economica in atto, è alto in tutto il Paese.
Bangladesh Dopo l’attacco nel quartiere di Gu…

"Nell'architettura fascista c'è parte della nostra identità", elogio delle costruzioni fasciste a Lineanotte

Tg3 Linea notte  è un programma ben conosciuto e noto.
La puntata del 14 luglio tra le varie cose ha dedicato spazio alla pagina dedicata all'arte, alla cultura , come ospite Costantino D'Orazio, critico d'arte ed a quanto pare esperto dell'architettura del periodo fascista. E' emerso che ci sono molte cose interessanti di quel periodo, che è stata la prima vera architettura che ha unito l'Italia, non si è parlato di apologia di fascismo, ma del "lascito straordinario" del fascismo, dal punto di vista "artistico" questo è emerso e complessivamente con un certo entusiasmo.
Ed ancora che "il risultato è stato eccezionale che l'Italia non ha più toccato", elogiato soprattutto il palazzo della civiltà italiana e la "frase meravigliosa riportata sul Colosseo quadrato", "dove in fondo c'è parte della nostra identità" riferendosi al Colosseo quadrato che è uno dei simboli dell'architettura fascista,  e p…

L'Italia alla "conquista" della Croazia con oltre un milione di turisti e 6miliardi possibili di investimenti

Quando si visita la Croazia si rimane sempre affascinati per la sua immensa bellezza. E non è difficile sentir dire da qualche italiano che "tutto questo una volta era nostro". Certo,  parte del territorio conquistato e violentato poi durante il fascismo e non è che l'Italia abbia lasciato proprio un bel ricordo in Croazia. I tempi mutano, ma la Croazia continua a rimanere nel cuore degli italiani, anche se qualche furioso nostalgico probabilmente vorrebbe di più. Nel 2016 ha ospitato un milione e 200 mila italiani, con più di 4.000 pernottamenti. Numeri impressionanti. A questi si aggiungono un centinaio di progetti ed investimenti possibili con un finanziamento complessivo di 6 miliardi di euro che può interessare il capitale italiano. Insomma, dal turismo all'economia, la Croazia è terra di conquista da parte degli italiani ma non solo, perchè da tempo sono soprattutto i russi che hanno "conquistato" pezzi importanti economici del territorio ma non sono…

A Gorizia si stanziano 37mila euro annui per la figura del Portavoce del Sindaco

Gorizia è una piccola città, che non ha neanche 35 mila abitanti. Ma la nuova amministrazione ha ritenuto opportuno ai fini della trasparenza ed efficacia dell’azione amministrativa affidare l’incarico del Portavoce del Sindaco che dovrà svolgere varie mansioni. Quali? 1. cura delle relazioni esterne per il Sindaco e la Giunta comunale, secondo gli indirizzi del Sindaco e in attuazione dell’indirizzo politico-amministrativo dell’Ente nella funzione strategica della comunicazione esterna;
2. gestione della comunicazione esterna di carattere politico istituzionale del Comune, con riferimento agli organi di informazione locali, regionali, nazionali e internazionali, sia per quanto riguarda l’attività deliberativa che per i singoli argomenti di interesse dell’Amministrazione;
3. gestione della comunicazione esterna dell’Ente attraverso i canali informativi istituzionali (sito web, ufficio relazioni con il pubblico, sportelli informativi, ecc) con indicazione ai Dirigenti dei Settori comp…

Il FVG la regione con incidenza povertà relativa più alta del Nord Italia dopo la Liguria

Nel 2016 si stima siano 1 milione e 619mila le famiglie residenti in condizione di povertà assoluta, nelle quali vivono 4 milioni e 742mila individui. Ma interessante è il quadro che emerge in materia di incidenza della povertà relativa.  La stima dell’incidenza della povertà relativa (percentuale di famiglie e persone povere) viene calcolata sulla base di una soglia convenzionale (linea di povertà),che individua il valore di spesa per consumi al di sotto del quale una famiglia viene definita povera in termini relativi. La soglia di povertà per una famiglia di due componenti è pari alla spesa media mensile pro-capite nel Paese, e nel 2016 è risultata di 1.061,50 euro.  Le famiglie composte da due persone che hanno una spesa mensile pari o inferiore a tale valore sono classificate come povere. Nel 2016, si stima siano 2 milioni 734 mila le famiglie in condizione di povertà relativa e 8 milioni 465mila individui, il 14,0% dei residenti (13,7% l'anno precedente). L'incidenza …

Trieste summit Balcani: dal gabbiano perplesso al triestino a petto nudo a Trieste "città friulana"

Il 13 luglio del 1920 una missione nazionalfascista dava fuoco al simbolo del riscatto degli sloveni nella città di Trieste, al Narodni Dom. L'Italia nel corso di quel tempo ha cercato di sopprimere gli slavi del sud, perchè considerati come "razza inferiore" rispetto alla supremazia italiana. Ma tutto questo non ha minimamente sfiorato il summit dei Balcani Occidentali che si è svolto a Trieste.  Figurarsi il contrario.  Però l'Italia doveva pur creare l'effetto scena, teatro. Ecco spuntare la Palinuro e Francia Italia e Germania si ritrovano a discutere(?) per neanche 20 minuti effettivi del problema immigrazione. Una pacca sulla spalla, quanto siete bravi, amici come prima, ma no se pol. Fallimento. Migliaia di forze dell'ordine che presidiano la città a partire dall'aeroporto di Ronchi ma che ora si chiama Trieste anche se è nella provincia (ex) di Gorizia. Poco importa. Città blindata, turisti scazzati, triestini rassegnati.  Trieste alla ribalta na…

Monfalcone: dalle pseudo-ronde allo stagista che controllerà i servizi pubblici

Esiste già una mail a cui poter inviare la propria candidatura per il controllo del territorio contro il degrado. Ed il degrado è un problema quando sfocia in vandalismo e da Ronchi a Monfalcone a Trieste ecc così come in tante altre città i danni sono spesso frequenti e significativi che interessano sia beni pubblici che privati. Opera di bande, spesso giovanissimi, su cui sarebbe importante avviare una riflessione sociale. Le telecamere come strumento di dissuasione hanno fallito. E non si può mica pretendere la militarizzazione del territorio. Ha fallito anche la scuola, sicuramente. Ma le fantomatiche ronde oltre che a realizzare il sogno di diversi cittadini, in questo caso diventare Batman in salsa bisiaca ma senza poteri, sono uno strumento che richiama modalità di controllo del territorio certamente di periodi non felici. Ma se il sindaco di Monfalcone trae spunto da una legge regionale del 2009, come ha denunciato il Piccolo, l'interrogativo che sorge è il seguente: per…

Ogni estate il solito tormentone, docenti con due mesi di vacanza,ma è falso

Ogni estate il solito tormentone, e questo tormentone diventa una vera e propria ossessione contro una delle categorie lavorative che meriterebbero maggior rispetto e tutela in Italia, ma che a dirla tutta viene continuamente ridicolizzata. Parlo del corpo docente della scuola pubblica italiana.

I problemi della scuola italiana sono noti e la famigerata Legge 107 del 2015, nota come "buona scuola" ma diventata di dominio pubblico come cattiva scuola altro non ha fatto che peggiorare la situazione.  Una legge che ha registrato uno degli scioperi più importanti mai realizzati in Italia in tale comparto, una legge scritta contro la comunità scolastica, una legge che ha determinato un mero incremento pazzesco dei contenziosi in tutte le sedi. 

Il personale scolastico, nel suo complesso, è quello più corposo dell'intera Pubblica Amministrazione, con delle responsabilità sociali fondamentali per la nostra società. Un personale che vede il contratto fermo da dieci anni, con st…

Fino a due anni di galera a chi propaganda fascismo. Ma in galera si rischierà di non andare mai

Da qualche tempo sui media si parla di fascismo. Ci si chiedeva il perchè. Perchè tutto questo animo antifascista? Ed il perchè è svelato. Per la proposta di Legge 3343 "Introduzione dell'articolo 293-bis del codice penale, concernente il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista" made PD. Svelato il segreto ed il mistero.  Cosa prevede questa proposta di legge?
Nel capo II del titolo I del libro secondo del codice penale, dopo l'articolo 293 è aggiunto il seguente «Art. 293-bis. – (Propaganda del regime fascista e nazifascista). – Chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero delle relative ideologie, anche solo attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero ne richiama pubblicamente la simbologia o la gestualità è punito con la reclusione da sei mesi a due anni. La pena…

In Croazia in pochi vogliono l’Euro ed hanno ragione

Croazia, Paese meraviglioso, dove ancora vi è chi ha nostalgia per la vecchia Jugoslavia. Componente dell’Unione Europa dal 1°luglio 2013, non ancora non ancora membro dell’area Schengen. Ancora oggi sono visibili in alcune zone i resti della tremenda guerra che ha mandato in frantumi la Jugoslavia, si segnala sul sito viaggiare sicuri “la persistenza di aree del Paese non ancora del tutto bonificate da ordigni quali mine anti – uomo e bombe inesplose, risalenti al conflitto inter– jugoslavo. Nonostante l’opera di bonifica, si stima che tali aree coprano un’area complessiva di circa 520 kmq. Sebbene la gran parte dei campi minati siano di norma segnalati e delimitati da apposite recinzioni, permangono alcune zone, soprattutto in aree boschive e collinari, prive di segnalazione. La presenza di campi minati e’ maggiore nei dintorni di Karlovac, in Slavonia e nella Dalmazia interna. In Dalmazia la maggiore diffusione di mine è segnalata nelle aree interne delle quattro Contee di Zara, S…

L'Italia destinata a diventare un grande centro diffuso d'espulsione per i migranti,ultima frontiera d'Europa

L'Italia come una santa? Ancora per poco. Perchè l'Europa non vuole più migranti, dopo aver accolto, o meglio spacciato per accoglienza, un numero di persone ritenuto utile per la propria manovalanza, e profitto interno, spesso a costo ridotto, ha chiuso le sue porte ed i suoi porti.
E' per questo che l'Europa non ha osato minimamente fermare il muro sloveno, croato, ungherese, perchè era consapevole del fatto che l'Europa benestante al momento giusto avrebbe fatto la stessa identica cosa. Chiudersi. L'Italia, santa, anche se è ben noto come l'accoglienza funziona nella maggior parte dei casi nel nostro Paese, e dove il malaffare ed il business ci ha messo anche del suo, ora dovrà decidere cosa fare.

Se dentro l'Europa vuole restare, dovrà diventare un grande centro d'espulsione diffuso per i migranti. Altro che accoglienza diffusa, espulsione diffusa. Non ha altra soluzione, se vuole restare in questa Europa, perchè a livello internazionale non co…

Il summit di Trieste sui Balcani che blocca una città, ma riunitevi,se necessario,via Skype o su qualche nave

Come è noto a Trieste si svolgerà un meeting sui Balcani Occidentali, zona dell'ex Jugoslavia che ha più di 20 milioni di abitanti ed include Paesi come Macedonia, Montenegro, Albania, Serbia, Kosovo che attendono in un certo senso di entrare in Unione Europea. Questo summit sui Balcani Occidentali è certamente un passo, ulteriore, per tale inclusione, che si afferma proprio nel momento in cui i rimpianti verso la Jugoslavia incrementano.  Anche se a dirla tutta l'Europa in questo periodo storico ha dimostrato tutta la sua viltà sulla questione dei migranti e l'Italia, nonostante tutto quello che accade nelle nostre città, è diventata una santa in tale situazione a dir poco agghiacciante. Roba da non credere. Senza dimenticare che in via generale il numero delle procedure a carico dell'Italia sono 66, 53 per violazione del diritto dell'Unione e 13 per mancato recepimento di direttive.  Violazioni che vanno dalla questione ambientale, alla giustizia. Così c…