Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2014

La Ghirba ai bambini dei soldati presso la sala dei “papi” dell 'aeroporto di Ronchi

In questi giorni, presso quella che si potrebbe definire la sala dei papi dell'aeroporto di Ronchi, vista la presenza di tre targhe che ricordano la presenza di alcuni papi in Friuli Venezia Giulia, e dove esiste anche una cappella, vi è l'esposizione di una mostra “voci di guerra in tempo di pace” ove si possono vedere ed osservare diversi strumenti utilizzati durante la grande guerra, ove emerge anche la copertina del giornale della Terza Armata, la Tradotta,che rivendica l'italianità di Fiume, con data febbraio 1919, dunque dopo la fine della prima guerra mondiale.
Ma ciò che colpisce di più,è la Ghirba ai bambini dei soldati, numero 28 anno 1918. Diretta da Ardengo Soffici,che, come D'Annunzio, firmerà il manifesto degli intellettuali fascisti rimanendo fedele al regime fino alla sua caduta  ed aderirà però anche alla RSI.  In una lettera del 20 marzo 1918 il futurista Soffici scriveva: “ Mi hanno incaricato di fare un giornale allegro per i soldati. Ho fatto il pro…

Territorio Libero di Trieste, la WYBN annuncia progetti? Strane coincidenze temporali

Sul sito della WYBN che è membro della United Nations Global Compact, che collabora con le Nazioni Unite per gli Obiettivi del Millennio relativi alla occupazione giovanile,  l'uguaglianza e la creazione di occupazione,e che alla voce contatti pare avere sede a Dubai, ha pubblicato, sul proprio sito il seguente annuncio : “WYBN annuncia il nuovo progetto WYBN Nazioni Unite per il Territorio Libero di Trieste ...TRIESTE, ITALIA a WYBN è stato assegnato il ruolo di gestione e sviluppo della ricostruzione e dello sviluppo del Territorio Libero Nazioni Unite a Trieste, Italia.Lo sviluppo consisterà nella collaborazione con i nostri partner nell'educazione, finanza e commercio.” 
Piccolo particolare, questo comunicato è del 28 aprile 2014. Altro particolare, pochi giorni dopo, a Trieste, inizia quello che è stato chiamato da alcuni il golpe da altri semplice azione di sfiducia nei confronti della vecchia direzione del Movimento Trieste Libera, che ha portato a spaccature insanabil…

Il sacrario fascista della morte di Redipuglia 8 mila volte presente, 8 mila volte assente

Lanciafiamme, pistole e fucili, mazze ferrate e coltelli, bombe a mano e gas. No, non eri una persona, eri un numero. Eri un numero, eri un essere astratto, eri il nulla. Mandato al macello, non avevi scelta.Se fuggivi, venivi fucilato, se cedevi, venivi fucilato e poi il disonore nell'onore salvifico diabolico della patria. Ma cosa mai è la patria. Cosa sei tu patria? Non lo sai, non lo hai mai capito, ma sei morto per quella cosa chiamata patria. Patria di morte, patria di violenza, patria della peggiore bestialità, patria dove anche gli animali fuggivano al rumore delle esplosioni. Buche, crateri, voragini. Brandelli di carne, ossa spezzate, od uccidevi o venivi ucciso. Poi, al soldato sopravvissuto, che combatteva contro quelli che prima erano magari i suoi fratelli di strada, perché così avevano deciso i grandi condottieri di quella cosa chiamata patria, ecco l'onore della medaglia al petto tra nuvole e fumo ed odore di morte.
Maledetta guerra, guerra alla guerra, quante…

Ex Granatieri ed anonimi contro Ronchi dei Partigiani, annunciano raduno per il 2019 e non solo

Contro il progetto e la provocazione storica, sociale, culturale, Ronchi dei Partigiani, si è scatenato un putiferio prevalentemente fascistoide, salvo qualche eccezione di cui comunque non si condivide la valutazione storica e politica né dell'impresa di Fiume né di D'Annunzio né del legame, in sostanza inesistente, tra i legionari e Ronchi. Ora, nel sito il  primato nazionale, viene pubblicata una intervista, definita come esclusiva, ad “un membro attivo dell’Associazione d’arma che raduna gli ex Granatieri, sotto la garanzia dell’anonimato" e che pertanto hanno deciso di chiamare Luca. Bisogna interrogarsi sul perché dell'anonimato, cosa inspiegabile, forse. Dopo la tipica retorica di parte, si afferma che: “Nessuno ha mai detto che la città venne direttamente coinvolta,( ndr Ronchi in riferimento ai legionari) ma il nome “dei Legionari” fu dato per ricordare la partenza dei Granatieri per Fiume.  Si prende atto del fatto che anche i granatieri o meglio chi per lor…

1924/26: D'Annunzio e Mussolini, tra reciproci elogi,onori e cortesie ed abbracci

Erano gli anni dell'omicidio Matteotti, della annessione di Fiume all'Italia,delle prime leggi fascistissime, delle cittadinanze onorarie riconosciute a Mussolini, dell'inizio di diversi processi di italianizzazione, si parlava molto delle violenze del fascismo e dei fascisti, si scriveva e si denunciava che non si poteva non vedere quello che stava accadendo, ci si interrogava sul ruolo della opposizione, sul ruolo degli intellettuali, dell'ambiguità di alcuni e della complicità di altri. Molti confidavano nel silenzio, speravano che il silenzio di alcuni intellettuali fosse sinonimo di antifascismo, ma così non sarà per D'Annunzio, per esempio.
Il viaggio di Mussolini a Gardone, scriverà l'Unità di quel tempo, “non ha solamente il significato di omaggio a D'Annunzio,ma ha soprattutto significato politico”. Ed emergerà tutta le delusione sia dei costituzionalisti che degli antifascisti, che a quanto pare ancora si rifiutavano,probabilmente per ragioni di op…

Riforma PA ed il concetto di unità produttiva nella mobilità

L'articolo 4 del Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 90 affronta il tema della mobilità obbligatoria e volontaria per tutti i dipendenti pubblici. Ancora una volta si registra l'ennesimo intervento calato dall'alto, come accaduto per le ferie, come accaduto per esempio per i docenti idonei ad altri compiti, sorvolando di fatto la contrattazione collettiva, pur ben potendo e forse dovendo essere questa materia di contrattazione collettiva, non solo perché la materia della mobilità determina diritti ed obblighi diretti  e pertinenti con riferimento al rapporto di lavoro in essere, e dunque non riguarda unicamente l'aspetto della organizzazione degli uffici, ma anche perché è la stessa legge a prevedere la possibilità di  far rientrare questa materia nella contrattazione collettiva purnegli esclusivi limiti previsti dalle norme di legge. Invece si decide, ancora una volta, di scrivere che sono nulli gli accordi, gli atti o le clausole dei contratti collettivi in contrasto co…

Presentato DL per riconoscere il servizio volontario prestato nell'organizzazione « Stay Behind Nets » ovvero GLADIO

Il 18 febbraio 2014 il deputato Squeri ha presentato un progetto di legge, n° 2102, stampato nel mese di giugno 2014, che ha lo scopo, tra i vari punti, di sancire l’equiparazione dell’Associazione italiana volontari Stay Behind, costituita in data 4 febbraio 1994 tra i civili appartenenti alla disciolta struttura, alle altre associazioni d’arma riconosciute dal Ministero della difesa e di prevedere l’istituzione di un distintivo onorifico, per gli appartenenti alla struttura, che può essere portato dagli aventi titolo in base alle disposizioni vigenti in materia.Ma  si prevede anche il fatto che il servizio prestato  nella organizzazione Stay B.N è equiparato al servizio prestato presso le Forze armate dello Stato, con esclusione di qualsiasi effetto ai fini retributivi, previdenziali e assistenziali e ciò riguarda il noto elenco dei 622 civili come pubblicati, ovvero i “sacrificabili” visto e rilevato che la struttura era certamente più complessa ed articolata e costituita da non so…

Attraversare il Tempo con Alessandro Calligaris, una mostra a Trieste da non perdere

Lì, in prossimità del primo ciglione carsico, ove non è difficile incontrare gabbiani, a pochi minuti dall'immensità del golfo di Trieste e dal mare, Alessandro Calligaris, con i suoi pennelli, con i suoi colori, con il momento perdurante del silenzio, dipinge. Un tavolo, con diversi colori, diversi pennelli, carta e contenitori di emozioni pronte per essere impresse sulla tela, la tela che evocherà sentimenti e passioni, la tela che tra simbolismo e surrealismo carpisce la tua attenzione.
Originario della Bisiacaria, vive da diversi anni a Trieste, dove, dopo alcuni lavori manuali, è riuscito a vivere quel sogno che ha seminato nel corso del tempo, l'arte.
Tempo ed arte. Ha già partecipato a diverse esposizioni collettive, sia in Italia che in Croazia, ma questa è la sua prima esposizione personale a tema. Una ventina di opere, tra olio ed acrilico, dove rosso e blu, nella loro contrapposizione riescono, con la mano di Alessandro,a trovare quell'armonia che solo l'arte…

#Trieste MTL1 contro MTL2 intanto si annuncia corteo per la "sicurezza"

Di norma nel periodo primaverile impazziscono gli ormoni, ma a quanto pare a Trieste è impazzito altro.Le cause sono diverse, da personalismi, ad alleanze non accettate, a strategie perdenti non condivise, a presunti fondi scomparsi, ad acquisti sbagliati, a gestioni non condivise, ma quella forza che in un oramai lontanissimo settembre ha visto attraversare la città con poco più di cinque mila indipendentisti, è divisa,spaccata in diversi tronconi. Nessuno capisce chi è il vero movimento trieste libera, chi scrive, e nel caos più totale si accetta, addirittura, per sanar i loro scazzi, da una parte l'intervento dei Carabinieri, che a detta loro sarebbe forza occupante e presente illegalmente nel presunto Territorio libero(?) di Trieste e dall'altra si eccepisce, in merito ai casini interni che il “parere pro veritate( ndr presentato per confermare in particolar modo la validità di una assemblea convocata da alcuni aderenti del MTL) si basa sulle sentenze della corte di cassaz…

Gorizia: il caso richiedenti asilo ospitati all'Hotel Internazionale e le iniziative neofasciste

L'onorevole Brandolin, nella seduta del giorno 28 maggio del Comitato parlamentare di controllo sull'attuazione dell'Accordo di Schengen, di vigilanza sull'attività di Europol, di controllo e vigilanza in materia di immigrazione, ha chiesto di acquisire notizie in merito al CIE di Gradisca d'Isonzo. Il Ministro Alfano ha rispostoin questo modo: “ La struttura attualmente necessita di lavori per il ripristino della sua piena funzionalità a seguito degli episodi di danneggiamento connessi ai disordini registratisi al suo interno nell'ottobre e novembre scorsi. L'ipotesi di una riapertura del centro e di una sua possibile destinazione all'accoglienza dei richiedenti protezione, in considerazione del loro crescente numero, è oggetto di un'attenta riflessione da parte del Ministero dell'interno, che non mancherà di confrontarsi con gli organi di governo locale. Su un piano più generale – e con questo intendo rispondere ai quesiti posti dall'onore…

D'Annunzio ed il Vittoriale, il fascismo ed alcune “omissioni” nel suo atto di donazione

Nella seduta di Giovedì, 4 dicembre 1930, verrà approvata, dal Regno d'Italia, tramite il Capo del Governo, primo ministro segretario di Stato, Mussolini, il ministro della giustizia e affari di culto, Rocco, il ministro delle finanze, Mosconi, il ministro dell'educazione nazionale, Giuliano, la "Conversione in legge del R.D.L. 6 novembre 1930, n. 1518, relativa alla Convenzione stipulata il 4 ottobre 1930, tra lo Stato e Gabriele D'Annunzio, riguardante il 'Vittoriale'".  In tale seduta verrà riportata la versione definitiva ed integrale ed integrata, da parte dello stesso D'Annunzio, con atto preceduto da questo testo: “Il Comandante Gabriele D'Annunzio Principe di Montenevoso ha dichiarato” e con la firma finale “dichiarazione del Vittoriale del 1930” della sua dichiarazione che riguarderà la donazione del Vittoriale con tutti gli annessi e connessi.  La cosa che interessa è che in rete, anche nel sito del Vittoriale, alla voce dedicata alla d…

La recente sentenza della Corte Costituzionale e la falsa essenzialità della eterosessualità

Il Presidente del Consiglio dei Ministri rappresentato e difeso dall'Avvocatura Generale dello Stato ha insistito, in via pregiudiziale, per l’inammissibilità delle sollevate questioni e, in linea subordinata, per la loro infondatezza, in merito al giudizio promosso da una coppia sposata per ottenere la cancellazione della annotazione di «cessazione degli effetti del vincolo civile del [loro] matrimonio», che l’ufficiale di stato civile aveva apposta in calce all’atto di matrimonio, contestualmente all’annotazione, su ordine del Tribunale, della rettifica (da “maschile” a “femminile”) del sesso del marito. Nel medesimo giudizio si è reputata inammissibile il diritto all'azione da parte dell'Avvocatura per i diritti LGBTI titolare, a detta della Corte Costituzionale, non già di un interesse direttamente riconducibile all'oggetto del giudizio principale, sibbene di un mero indiretto, e più generale, interesse, connesso al suo scopo statutario, a diffondere la cultura e i…

Voucher: l'attestazione dello sfruttamento nel lavoro

Nessun contratto, sai quando inizi a lavorare ma non sai quando finirai. Lavori spesso, diverse ore giornaliere, l'occasionalità della prestazione diventa ordinaria nell'arco del periodo temporale previsto, avrai spesso un regime orario da rispettare come quello di un normale lavoratore subordinato a tempo indeterminato o determinato, svolgendo diverse e più mansioni, per essere pagato quattro soldi a prezzo definito, non corrispondente al reale tipo di prestazione che si pone in essere. Approfittano della situazione di emergenza ordinaria, quale la mancanza di lavoro, non avendo scelta, non potrai che accettare l'attestazione virtuale, dell'inesistenza di qualsiasi tutela nel e sul lavoro, svolgendo più e variegate ed articolate mansioni. Non si matura il Tfr (trattamento di fine rapporto), non si maturano ferie, straordinari ecc.. Dall’agosto del 2008 al 10 gennaio 2012, sono stati venduti un totale di 27,9 milioni di voucher da 10 euro. E’ possibile riscuotere i Buo…

L'Invalsi ed il concetto di ordine e silenzio

Se per datore di lavoro si intende colui che ti impone direttive, organizza l'orario di lavoro e determina l'organizzazione del lavoro, per quanto concerne le prove Invalsi, si verifica una sorta di commistione tra la scuola e l'ente esterno di ricerca quale l'Invalsi. Nessuna discrezionalità, nessun margine d'intervento, sussiste, stando alle indicazioni nazionali fornite dall'Invalsi, per l'esplicazione delle citate prove. A volte si cade proprio nel ridicolo, un ridicolo che offende l'intelligenza anche di chi opera nella scuola. Per esempio il caso della penna rossa, quando si scrive in tono perentorio, con riferimento alla prova nazionale per l'esame della scuola secondaria di primo grado che “Il Presidente di Commissione vigila che al momento della correzione della Prova nazionale nessun membro della commissione abbia sul tavolo penne a inchiostro diverso dal rosso”. E se un membro della commissione ha sul tavolo una penna ad inchiostro diver…

La categorizzazione dei sessi, il caso della spiaggia single e lgbt di Lignano

Le spiagge libere sono sempre meno libere e più private, oramai il diritto al relax, nonché ad un pezzettino di spiaggia è illusorio, per buona parte della gente comune. Chiamasi liberalizzazione e privatizzazione del bene comune. All'interno di questo contesto, pur di far cassa o promozione turistica, si inventano mille iniziative, da ludiche ad altamente elitarie. Ha creato enorme scalpore la notizia che a Lignano si vuole realizzare la spiaggia single ed anche lgbt, ovvero una categorizzazione dei sessi, dell'orientamento sessuale, della propria libera esistenza. Ma ciò non è la prima volta che accade ed il fatto che accada non significa che debba essere ordinario e normale specialmente in un Paese che nulla fa per reprimere e prevenire l'omotransfobia, quale l'Italia, ove, anzi, ultimamente, tra sentinelle e vigilanti, i comportamenti reazionari trovano maggior diffusione e radicalità rispetto al passato. In verità, in Italia, almeno guardando i dati del 2013, esi…

Ronchi dei Partigiani e l'Armata dei Sonnambuli,una vincente giornata di cultura resistente

Il 14 giugno 2014, presso la nota area feste di Selz, a pochi passi dal luogo ove nacque la brigata proletaria il primo gruppo, di resistenza armata, nato contro il nazifascismo, a cui ha fatto anche parte la prima staffetta partigiana d'Italia, Ondina Peteani, si è svolto il convegno storico, sociale e culturale DI COS’È IL NOME UN NOME? Che ha visto la partecipazione di oltre un centinaio di persone ed in serata, invece, vi è stata la partecipata prima presentazione in Friuli Venezia Giulia del nuovo libro del collettivo Wu Ming l'Armata dei sonnambuli, con la presenza di Wu Ming 1.
Questa giornata, vincente, segue la revoca della cittadinanza onoraria a Mussolini nel comune di Ronchi, organizzata dal gruppo Ronchi dei Partigiani che ha più di cinquecento adesioni su facebook, ma anche da parte di diverse personalità come Boris Pahor, Pino Cacucci, Massimo Carlotto, Wu Ming 1, Piero Purini, Carlo Ghirardato, Alberto Prunetti, Marta Cuscunà, Alessio Lega, Beatrice Baruffini, …