Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2014

La morte di Diego de Henriquez dopo l' udienza del processo della strage di Peteano

Facendo una ricerca nel motore di ricerca online dell'archivio della Camera dei Deputati, alla voce Diego de Henriquez, noto professore triestino e collezionista di cimeli soprattutto bellici, emergono tre voci, una del 1964 e due del 1989, e tutte riguardano interrogazioni parlamentari sollevate da deputati appartenenti al MSI che in sostanza chiedevano interventi da parte del Governo contro il Comune di Trieste, sollecitando una risoluzione positiva per il museo storico militare di de Henriquez. Dunque vi è stata una certa attenzione e sollecitazione da parte del MSI sia locale che nazionale per la creazione del museo del professore triestino. Di Diego de Henriquez si parla molto della sua stravaganza, delle sue strane amicizie, del suo museo, poco della sua morte a dir poco misteriosa.  Diverse inchieste vi sono state ma non hanno portato da nessuna parte. La notte del 2 maggio 1974 morirà in un incendio che interesserà il luogo ove viveva, si passerà presto dall'ipotesi acc…

La controrivoluzione delle Sentinelle in Piedi ed Alleanza Cattolica

Scriveva Plinio Corrêa de Oliveira "Se la Rivoluzione è il disordine, la Controrivoluzione è la restaurazione dell'ordine. E per ordine noi intendiamo la pace di Cristo nel regno di Cristo, ossia la Civiltà Cristiana, austera e gerarchica, fondamentalmente sacra, anti-egualitaria e antiliberale" (Rivoluzione e Contro-Rivoluzione, 1959 ). Nel sito di Alleanza Cattolica, si legge: "Alleanza Cattolica, non fondata né diretta da Plinio Corrêa de Oliveira, ha però fatto tematico riferimento al suo magistero contro-rivoluzionario durante la sua vita terrena. Perciò gli manifesta la sua gratitudine, e in qualche modo lo ricambia, con la preghiera di suffragio”. Nel 2004 si condivideva, sempre sul loro sito, l'appello a sostegno di Tradizione e Famiglia e proprietà ove in alcuni passaggi emergeva :" Tradizione, Famiglia, Proprietà: un ideale perenne I firmatari di questo comunicato, animati dalla figura impareggiabile di Plinio Corrêa de Oliveira, il Crociato del …

Scuola: se un docente è transessuale, il caso di Trieste

A Trieste farà certamente discutere il caso di una supplente che si è presentata a scuola, vestita da donna. Ciò perché, purtroppo, siamo ancora indietro con l'accettazione della diversificata identità di genere. Uso il lei, perché la persona in questione pur non avendo modificato l'anagrafe, che risulta essere ancora oggi al maschile, come comunicato nell'articolo del Piccolo del 29 maggio 2014, si definisce transessuale. Transessuale è la persona che sente in modo persistente di appartenere al sesso opposto e, per questo, compie un percorso di transizione che generalmente, ma ciò non è mica obbligatorio, si conclude con la riassegnazione chirurgica del sesso. Il termine si declina al femminile (“la” transessuale) per indicare persone di sesso biologico maschile che sentono di essere donne (MtF - Male to Female) e al maschile (“il” transessuale) per indicare persone di sesso biologico femminile che sentono di essere uomini (FtM - Female to Male). Per travestito, invece, …

40 anni Piazza della Loggia, Brescia, non teppisti ma fascisti hanno attacco la sede dell'Anpi

Camminando per le strade di Brescia, quello che ti diranno molti cittadini, è che loro, agli appuntamenti, alle iniziative politiche, specialmente se di carattere antifascista, sono sempre puntuali, mai in ritardo, neanche di un minuto. Questo lo sapevano gli attentatori stragisti fascisti. Ma la bomba fascistato esploderà dopo dodici minuti. Hanno voluto essere sicuri che la piazza fosse piena, piena di antifascisti. I giornali di quella mattina parlavano di una Italia in fermento, diversi scioperi e manifestazioni erano previste nella giornata del 28 maggio. La notizia del giorno era la non scarcerazione del gruppo 22 ottobre. Veniva anche pubblicato il volantino di minaccia di matrice fascista inviato il giorno prima giorno alla sede centrale dell'agenzia ANSA per minacciare di morte gli otto detenuti del gruppo « 22 Ottobre» nel caso venissero liberati. Il messaggio dei fascisti , che venivano chiamati semplicemente come “teppisti”, era stato scritto su un foglio uscito dal Po…

44 anni per lo Statuto dei lavoratori e non delle lavoratrici

Il 27 maggio del 1970 veniva pubblicato nella Gazzetta Ufficiale lo Statuto dei Lavoratori. Per alcuni aspetti una importante conquista sociale, figlia di quel 68 che oggi giorno hanno attaccato su tutti i fronti, e per altri aspetti una concessione, con pochissimi mesi di discussione parlamentare, finalizzata a determinare la pacificazione sociale. Uno Statuto che nasce sotto il nome di una società maschilista, si parlerà sempre di lavoratori e mai di lavoratrici. Si dovrà attendere, per esempio, la Legge 9 dicembre 1977, n. 903 per ottenere alcune disposizioni importanti in tema di parità' di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro. Ciò grazie alle lotte fondamentali dei movimenti femministi. In particolar modo l'articolo 13 che andava a modificare l'ultimo comma dell'articolo 15 della legge 20 maggio 1970, n. 300 in questo modo : "Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano altresi' ai patti o atti diretti a fini di disc…

Elezioni europee, l'Europa vira pericolosamente a destra, tra astensionismo e nazionalismi

Si sono concluse le politiche europee, con risultati forse in parte inaspettati. Certamente vi era stato un mero allarmismo per la crescita dei partiti dell'estrema destra, del nazionalismo, effetto prevedibile ed evitabile dell'austerità ed assoluto rigore che ha massacrato in particolar modo l'Europa del Sud a causa delle speculazioni bancarie e finanziarie. Ma vivendo in una società intossicata dalla menzogna e dalla speculazione anche informativa, si fa spesso fatica a comprendere quando gli allarmismi siano corrispondenti al vero o quando questi siano figli solo di studiate strategie comunicative per fini elettorali. A quanto pare, tale strategia almeno in Italia ha in un certo senso ben funzionato, visto il risultato del PD e lo schiaffo pesantissimo subito dal M5S. Queste elezioni, come volevasi dimostrare, in Italia, sono state un referendum per il Governo e dunque per il Pd in primis.  A questo punto è legittimo un raffronto con le politiche del 2013, ed i voti…

Il caso decreto “assunzioni” scuola, tra manovra elettorale e l'attesa sentenza della Corte Europea

Due giorni prima delle politiche europee, che come ben ha dimostrato la campagna elettorale nazionale, sembrano essere più una sorta di referendum interno sul nuovo governo che processi elettorali chiamati a definire il nuovo parlamento europeo, viene pubblicato il decreto n. 356 del 23 maggio 2014, che autorizza lo scorrimento delle graduatorie del concorso indetto con DDG n. 82 del 24 settembre 2012 oltre il numero dei posti banditi, già dall'a.s. 2014/15 . La platea dei destinatari, con riferimento al concorso 2012, è incerta, chi parla di 4000 docenti, chi di 7000 mila docenti, e se si amplifica, all'italiana, l'effetto che può avere questo decreto nell'ambito familiare, i voti possono certamente essere triplicati ed in ogni caso essere una quasi certezza. Meglio 7000 voti possibili che nessun voto possibile. Cosa da non poco conto, visto che l'astensionismo sarà il primo partito e che la differenza tra le principali forze politiche, quale PD e M5S sarà a dir …

Quando il giro d'Italia venne bloccato a Pieris e Trieste aggredita dai fascisti

Il 28 giugno del 1946 Enrico De Nicola venne eletto presidente dell'Assemblea costituente, con  con 396 voti su 501, e assunse la carica il 1º luglio.  Ma nel mezzo di queste due giornate, nella calda zona del Confine Orientale, esplose, in seguito ad una provocazione, una rivolta.  Leggendo i giornali di quell'epoca, in particolare l'Unità del 2 luglio del 1946, che come è noto non era un giornale pro Tito, visto che più volte definiva lo stesso come “dittatore”, si può rilevare come "la rivolta di Pieris"  ebbe origine a causa di una provocazione nazionalista italiana che diede la possibilità, in seguito alle ovvie e prevedibili reazioni, ai fascisti di assediare Trieste.  L'Unità così scriveva: “ Secondo alcune informazioni, confermate dal comunicato ufficiale della giuria della gara, gli incidenti avrebbero avuto origine dal fatto che una vettura al seguito del giro avrebbe esposto, appena entrata nella zona A una bandiera tricolore. Elementi irresponsab…

Elezioni europee o nazionali? Voti o non voti?

Ma il 25 maggio si vota per le politiche nazionali o per il rinnovo del parlamento europeo? Formalmente si vota per il rinnovo del Parlamento europeo che, una volta eletto, avrà il compito di determinare il presidente della Commissione europea, sulla base di una proposta fatta dal Consiglio europeo, «tenendo conto» dell'esito delle elezioni europee . Ma tutto questo sembra non interessare. La bomba mediatica antinazionalista ha fallito. Non è esplosa. Nei Paesi, principalmente coinvolti dalle speculazioni bancarie e finanziarie, che hanno colpito, volutamente, in particolar modo l'Europa del Sud, queste elezioni vengono utilizzate come strumento di propaganda interna finalizzata a condizionare logiche politiche di carattere nazionale se non nazionalistico, con tutte le sue varianti. Dopo le politiche del 2013, il Pd, all'esito delle elezioni, così scriveva “"Ringraziamo - ha i cittadini italiani all`estero che con il loro voto hanno fatto del Partito Democratico il…

Appello alla società civile e mondo della cultura: Centenario prima guerra mondiale sosteniamo Ronchi dei Partigiani

Condivido  e sottoscrivo questo appello *** Dopo quasi un secolo siamo riusciti a far revocare la cittadinanza onoraria a Mussolini nel Comune di Ronchi, città che “pur se in condizioni di grave inferiorità tecnica e numerica, dopo l’8 settembre 1943, organizzò la Resistenza contro l’occupatore, impegnandolo in numerosi e cruenti scontri. Nel corso di venti mesi di lotta partigiana, malgrado persecuzioni, deportazioni nei campi di sterminio, distruzioni e torture, i Ronchesi furono tra i protagonisti della rinascita della Patria, lasciando alle future generazioni un patrimonio di elette virtù civili, di coraggio e di fedeltà agli ideali di giustizia “ ( motivazione della Medaglia d’Argento al valor militare assegnata a Ronchi per l’attività partigiana svolta dai suoi cittadini dopo l’8 settembre 1943 ).
Stiamo conducendo una battaglia per la dignità e per l'antifascismo e per questo vogliamo ora pretendere la revoca della denominazione “dei Legionari” di Ronchi. Il 17 maggio del 1…

Se la scuola posticipa arbitrariamente le prove Invalsi

Alcune segnalazioni hanno confermato il fatto che, in diverse, anche se poche, scuole, le prove dell'Invalsi, sono state arbitrariamente posticipate, al primo giorno utile successivo allo sciopero ed alle date tassative come comunicate dal MIUR e dall'Invalsi medesimo. Lo stesso Invalsi, comunicava nel suo sito, che la richiesta di posticipo doveva pervenire con protocollo antecedente al 18.11.2013, e che lo stesso poteva ritenersi accordato solo dopo la ricezione di autorizzazione scritta dell'INVALSI. Precisando altresì che non potranno essere prese in considerazione richieste di posticipo date delle somministrazioni pervenute oltre il 13.12.2013 . Alcune scuole, per ovvio effetto dello sciopero, hanno deciso di posticipare la somministrazione delle citate prove basandosi sul fatto e sul principio che queste erano state inserite nel POF e rivendicando pertanto la realizzazione dell'autonomia scolastica ed anche il riconoscimento economico a favore di chi provvedeva …

Scuola: l'Europa ed il modello dei sette continenti

Quanti sono i continenti? Quattro, cinque, sei o sette? Una domanda dalla non univoca e neanche condivisa risposta. Ma, l'Unione Europea, nell'opuscolo preparato per le scuole, destinato agli studenti delle scuole primarie e secondarie, il cui materiale è stato selezionato da un gruppo di esperti in pedagogia di tutta l'Europa, afferma che: “L’Europa è uno dei sette continenti del mondo. Gli altri sono l’Africa, l’America del Nord e l’America del Sud, l’Antartide, l’Asia e l’Australia/Oceania”. Ma chi ha deciso che è questo il modello  esclusivo da insegnare nelle scuole, specialmente in quelle italiane, dove sembra, invece, prevalere il modello a sei continenti se non quello a cinque? Perché non illustrare, invece, tutte le tesi, piuttosto che coltivarne solamente una? Il modello a sette continenti è di matrice inglese ed è fortemente correlato a fattori storici e culturali, per marcare la differenza. Ma, come ben evidenziano diverse voci enciclopediche, "da un pu…

Manifestazione violenta, pacifica, tra media ed il nuovo patto Roma Sicura

Di norma e per norma sistemica se le manifestazioni si svolgono in modo pacifico, se queste non sono utili, in un qualche modo, per importanti processi elettorali o politici, vengono semplicemente censurate dai circoli mediatici che determinano o governano l'opinione pubblica in Italia. Se le manifestazioni si svolgono in modo non pacifico, sicuramente si parlerà di queste o meglio delle “azioni violente”, più che delle tematiche che hanno determinato la convocazione della manifestazione, per poi essere utilizzate per reprimere il diritto di manifestare e legittimare azioni di limitazioni in tal senso. Insomma, vi è un blocco di potere importante, difficile da sfondare, da condizionare, degno della peggiore P2. A volte è proprio il sistema mediatico che rischia di incentivare la così detta violenza, poiché le continue censure od i continui comportamenti di mera indifferenza verso le tematiche che portano in piazza migliaia di persone non fanno notizia. La notizia deve essere il fu…