Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2011

E' anche colpa nostra.

Questi giorni son particolarmente difficili,ma nello stesso tempo fibrillanti. Proprio quando il Cavaliere per qualche giorno esce dai primi titoli dei giornali, ecco che in una qualunque domenica di fine inverno decide che la stampa senza di lui non può essere stampa, ed allora spara a zero contro una intera categoria quale quella docente, spara a zero contro la dignità professionale ed etica del docente, spara a zero contro la scuola pubblica. Ma senti dire anche che persone come Veltroni hanno a cuore la scuola pubblica. Certo, ovvio. Ma chi ha avviato il processo di scuola azienda? Certamente non la destra berlusconiana. Ma non è questo il tempo di polemizzare contro la retorica ipocrisia di una certa politica sinistra italiana. Pochi giorni addietro mi confrontavo con un ex operaio della Fincantieri di Monfalcone. Mi raccontava il modo in cui lavoravano in quel posto. La mancanza di comunicazione tra gli operai, e specialmente il senso di rassegnazione e relativa manifestazione di accet…

Ti scrivo perchè...

Ti scrivo perchè, non sempre deve emergere il perchè.
Ti scrivo perchè tanto ti ho amata.
Ti scrivo perchè tanto ti ho sognata.
Ti scrivo perchè ti ho attesa.
Ti scrivo perchè sei  nell'aria sospesa.

Mia cara libertà, prigioniera dell'umana frontiera,
triste nell'animo,
viva nel laico cantico,
scalfito nella memoria partigiana,
celato dalla cattiveria quotidiana.

Ti scrivo perchè mi manchi,
ti scrivo perchè i miei occhi son stanchi,
ti scrivo perchè ti ho cercata,
ma non ancora trovata.

Mia cara libera libertà,
strade sveglie nel sogno della rivoluzione,
brucia, brucia la collettiva passione,
destinata a divenir mero amore,
attendendo il ritorno di Core.


Amore per la libertà dal sistema,
amore per la libertà dell'individuo,
amore per la libertà di gridare,urlare nel silenzio drogato dal tempo passato,
il canto della ribelle volontà,
di sconfinar la presente iniquità.

Mai giustizia potrà esistere senza viver la libertà.
Mai amore potrà esser tale senza sognar la libert…

GHEDDAFI, DISCORSO INTEGRALE - DALL'ITALIA ARMI AI CIVILI

Quello che ascolterete, se tradotto in modo corretto, in realtà evidenzia cose ben diverse da come ricostruite dai media non solo italiani ma globali. Quale è la verità? Con ciò ovviamente non intendo difendere il dittatore, ma qualcosa in tutta questa vicenda non quadra. M.B.

Proteste e scontri in Iraq e Croazia.

Sanzioni sì, sanzioni no, mentre il mondo continua ad assistere al delirio vivo del dittatore libico, che invita il suo non popolo a danzare per strada sotto il suono dei colpi di fucile sparati anche dai mercenari italiani, anche in Iraq si sono registrate proteste e scontri di piazza. Le manifestazioni del ''Giorno della collera''hanno comportato un bilancio di 15 morti.  Circa 5.000 le persone che si son  radunate nella piazza Tahrir di Baghdad. La folla lanciava pietre e scarpe, le forze di sicurezza respingevano tali forme di protesta con la violenza di Stato. Ma tali manifestazioni in verità si sono svolte anche in molte altre citta' del paese per dire basta alla corruzione e più riforme politiche. Su  questo sito si legge che le organizzazioni sociali e politiche e collettive che sostengono il nuovo movimento di rivolta in Iraq sono le seguenti:
- Movimiento de la Intifada contra la opresión y la corrupción en Iraq.
- Movimiento Popular para la Salvación de …

La stregoneria del Cavaliere.

Eppure un mistero esiste. Uno di quelli che sconvolge le masse critiche di ogni universo non esistente. Proprio nel momento in cui in Italia il Cavalier era sul punto di cadere dalla poltrona, grazie al potere rivoluzionario delle donne, ecco che esplode la rivolta in Libia. Da giorni, giustamente non si parla di altro. La politica interna è passata in settimo, forse ottavo piano. Berlusconi è sempre lì, i suoi generali anche. E se per strano caso non caso del destino, succede che in Italia arrivan milioni di poveri migranti, ecco la necessità dell'invocazione, quasi omelia biblica, dell'unità nazionale molto cara alla Lega Nord i cui colori hanno anche attratto il folle di Milano che con la propria auto non avendo nulla di meglio da fare decide di entrare dentro lo scalo aeroportuale cittadino.
Unità nazionale, solidarietà nazionale, sicurezza nazionale, e quindi, per strano volere del fato Berlusconi ancora sarà forse destinato a governar questo paese. Certo, il 6 aprile verrà conda…

Sesso di guerra.

Giunge il tramonto,

preghiera elevata al loro iddio

del ciel e dell'abisso

soldati, e mercenari,

navi militari

viaggian per le acque turbolenti del mediterraneo,

per offrir l'aiuto umanitario.

Spari nella folla, spari alla folla, mura infuocate,

campi di solidarietà

ordunque viva prigionia.

Bibliche migrazioni, speculari situazioni,

una , cento, mille persone,

uomini e donne senza più nome.

Il capitale è buono, il capitale è vitale, il capitale è solidale,

buono per il padrone, vitale per il dittatore, solidale per la loro fame.

Calar del sole,

terra sepolta,

società in rivolta.

Odore di sangue,

lacrime di dolore,

alla ricerca del nuovo eroe.

Vogliam la libertà, vogliam la libertà, vogliam la libertà.

Tenebra religiosa, in tal nube all'orizzonte travolge

la voce della ribellione.

Potere al militare,

nuova dittatura or appare,

falsa democrazia,

ardua pazzia.

Rivoluzione comunista,

rivoluzione per l'anarchia,

trema il capitale,

ed ora invade le terre africane,

sotto il …

Unicredit, Juventus e Libia.

Cosa mai potrà legare un colosso bancario come l'Unicredit, una squadra di calcio come la Juventus alla Libia? Provate ad indovinare? Il capitale. Eni, Unicredit e Impregilo, ma anche Astaldi, Finmeccanica, Fiat, e perfino la Juventus. In tutti questi anni la Libia ha  in sostanza acquisito diverse partecipazioni nella Corporate Italia.
Tripoli ha formalmente il 7,5% della quota azionaria del gruppo Unicredit, attraverso la Banca centrale libica e il fondo sovrano Lia ed è  dunque il principale azionista dell'istituto. E le dimissioni di Profumo da Unicredit si realizzarono anche per la vicenda libica, per l'entrata potenziale e consistente nel gruppo azionario di Unicredit   del capitale controllato anche per vie indirette dal dittatore.
Invece la Libyan arab foreign investment company (Lafico) detiene da tempo il 7,5% della Juventus.
Ovviamente solo ora si comprende la vera natura  di Gheddafi. I suoi soldi prima erano belli, utili, ora per celar tale vergogna, anche in rela…

Chi valuta l'INVALSI?

L’INVALSI è l’Ente di ricerca dotato di personalità giuridica di diritto pubblico , che sulla base delle vigenti Leggi, effettua verifiche periodiche e sistematiche sulle conoscenze e abilità degli studenti e sulla qualità complessiva dell'offerta formativa delle istituzioni di istruzione e di istruzione e formazione professionale, anche nel contesto dell'apprendimento permanente; in particolare gestisce il Sistema Nazionale di Valutazione (SNV); studia le cause dell'insuccesso e della dispersione scolastica con riferimento al contesto sociale ed alle tipologie dell'offerta formativa; effettua le rilevazioni necessarie per la valutazione del valore aggiunto realizzato dalle scuole;predispone annualmente i testi della nuova prova scritta, a carattere nazionale, volta a verificare i livelli generali e specifici di apprendimento conseguiti dagli studenti nell’esame di Stato al terzo anno della scuola secondaria di primo grado;predispone modelli da mettere a dispo…

A Cristina Angeli.

Opicina, terra sospesa per la via distesa,

aria di mare nel profumo delle lacrime amare.

Sapore di caffè, zucchero di canna,

nudità grezza,

nella quiete sonnolenza.

Un sorso di nero,

suon di tazze,

tamburi danzanti,

nell'attesa di perder il senso del non più tempo.

Strada infernale,

via fatale,

attimo,

attimo,

attimo.

Vita catturata,rubata, privata,
vita non più viva,
vita non più viva.

Marco Barone
M&G

Dedicata a Cristina Angeli lavorava al bar Vatta di Opicina.
Morta a soli vent'anni in un tragico incidente stradale.

Pronti i nuovi lager italiani.

La Difesa ha "già individuato tre aree militari dismesse con terreni e fabbricati" . Questo quanto dichiarato dal Ministro La Russa.
Queste aree militari, blindate, isolate,forzate, serviranno per  imprigionare le persone che fuggiranno dal genocidio libico .
Parliamo di persone, di vite umane, parliamo di esseri viventi che per mesi,quando arriveranno, ed arriveranno, in Italia, non vedranno altro che mura, militari, croce rossa, e filo spinato. Verranno in Italia con la speranza di sfiorare la libertà. Troveranno la prigionia nell'attesa di esser scaricati come merce scaduta nel paese di provenienza. L'Italia e l'Europa un grande insieme di espressione di democrazia, di tutela della dignità umana, della persona, ma dentro campi incoltivati e fabbricati dismessi. Dentro caserme. Dentro mura, dentro una immensa prigione. La colpa di tale futura reclusione? Aver cercato la libertà, aiuto a quei paesi che vendono ed espandono anche con le bombe il concetto di democrazia.
Qu…

Fascisti? Nessuno spazio, nessun universo, nessun tempo per il fascismo

Bartleby, una realtà giovanile bolognese nata in particolar modo per rivendicare gli spazi liberi, la condivisione dei saperi,il reclamo del reddito, una realtà che si batte contro ogni forma di fascismo ha diffuso in rete un nuovo appello per denunciare l'ennesimo tentativo di Casa Pound di proporsi in pubblico, di divulgare il contenuto del loro fascismo, ma questa volta in una sede comunale del quartiere Santo Stefano di Bologna . Da quanto è dato comprendere, a sostenere l'incontro ci sarà un consigliere comunale PDL che si presta come sponda politica e istituzionale ad una formazione neo-fascista.
E' sempre bene ricordare la matrice politica a cui si richiama Casa Pound.
Per esempio il Manifesto di Verona che definiva i punti principali della politica del Partito Fascista Repubblicano nato dalle meschine ceneri del Partito Nazionale Fascista, scritto in particolar modo con il beneplacito di Benito Mussolini

Ora giusto per rinfrescar la memoria, leggete quanto segue…

La democrazia si esporta, anzi no! Intanto ti vendo le armi.

"Non possiamo dire: questo e’ il nostro modello, prendetelo ha detto Frattini. “L'Europa non deve fare questo, perché sarebbe non rispettoso della sovranità e dell'indipendenza dei popoli", ha precisato Frattini. "Dobbiamo sostenere tutti i processi di transizione, ma non interferire", ha affermato il Ministro facendo riferimento non solo alla Libia. Frattini ha insistito sulla necessità di "mobilitare fondi e risorse" per aiutare i paesi del nord Africa. "Se tollerassimo che l'economia crollasse in questi paesi saremmo noi i primi a pagarne le conseguenze", ha precisato il ministro facendo riferimento all'aumento dei flussi di immigrati. 
Ma era il lontanissimo 11 ottobre 2010 che... «La democrazia si esporta con tutti i mezzi necessari. Le armi servono solo a difendersi e ad assicurare la vita quotidiana. Sa cosa faceva il convoglio armato degli alpini assaltati sabato mattina?»

Ma son matto o non credo ai miei occhi? C…

Fugge fugge alla ricerca del maharaja

Divina allegria,
smarrita la ridondante allegoria.
Fugge fugge alla ricerca del maharaja
la via del forse sarà.

Canti e amori,
questo è il tempo delle rivoluzioni.
Il loro dio è sceso sulla terra,
dio ucciso e creato,
dio forgiato
ora osannato
nel dì ripudiato.

Fugge fugge alla ricerca del maharaja
la via del forse sarà.

Morti sul lavoro,
cercavan l'oro,
per celebrar la corona d'alloro.

Canzoni prive di emozioni,
parole sognate dalla prole,
scrive scrive io or non voglio,
esser sfruttato dal vostro orgoglio.

Fugge fugge alla ricerca del maharaja
la via del forse sarà.

Lacrime e sorrisi,
animi or divisi
nei cupi visi,
conduce la mano dello scrivano
in tal antico mestiere
oltre il vostro paciere.

Diritti delegati,
poteri affermati,
ora mi spoglio,
ora mi vesto,
perchè io sogno desto.

Fugge fugge alla ricerca del maharaja
la via del forse sarà.

Marco Barone

M&G








Ancora un morto sul lavoro alla Fincantieri.

Ecco il suono meccanico dei trapani, dei bulloni che vengono svitati, dei colpi secchi e veloci del martello. Respiri il profumo del sudore della fatica del lavoro, respiri l'aria dello sfruttamento, respiri aria di mare confusa nella polvere della società industrializzata. Ma senti anche all'improvviso un suono strano, ahimè sempre più ordinario, un suono nefasto. Cerchi di capire l'origine di quel suono. Un volo di venti metri. Un volo nella sofferenza del lavoro. Ecco la disperazione. La corsa veloce contro il tempo. Urla, pianti, abbracci e lacrime, tante lacrime.
Era un giovane di soli 23 anni, originario del Bangladesh. E' morto in un infortunio nello stabilimento Fincantieri a Monfalcone (Gorizia). Lavorava per una ditta d'appalto esterna. Lavorava sul ponte 12  della Carnival Magic, la nave vicina alla consegna.  Ma la magia della Carnival Magic si è mutata in una tragedia, che non farà notizia se non in qualche battuta di agenzia di stampa, forse si discuterà per …

Manikin girl.

Società in guerra. Società non più sociale, non che in verità lo sia proprio mai stata, ma ora è il momento della guerra. Era il lontano 2011, perso il referendum contro la privatizzazione dell'acqua pubblica in Italia, in tutto il mondo tale notizia ebbe effetto domino. Uno dopo l'altro tutti i paesi detti industrializzati iniziarono a privatizzare l'acqua. Un tempo l'acqua veniva sprecata per cavolate, lavar la macchina, lavar i piatti, lavar i pavimenti, lavar le scarpe e così via. Talmente via, che l'acqua alla fine divenne risorsa unica, poi rara, poi introvabile. Pochi gestori contollavano le risorse idriche mondiali. La sete devastava le persone. Morti di sete ovunque. Ed allora ecco la mobilitazione collettiva, sociale, umana. Armi sonore che facevan divenire sorde le persone venivano utilizzate dalle milizie di Stato durante le manifestazioni di piazza. Ma anche armi che procuravano dolore atroce, devastante. Il tempo delle bombe era venuto meno. Ora si affonda l'…

L'aspirina ed il semaforo.

Succede che passeggiando per i sentieri notturni di una città metropolitana, si avvicina il momento del perchè. Una splendida alba di luna tramonta i dubbi del dubbio persistente, una scalinata ricoperta di erba pura e viva e verde accompagna i tuoi passi al ritmo di tango sulla vetta dell'altura voluta, desiderata, ora conquistata. Scusi ha per caso mica l'aspirina? Una voce femminile coglie di sorpresa il silenzio della quiete invernale. Forse ho compreso male, forse ho nella mia mente assemblato tanti pezzi disseminati nel corso del tempo e come per stana magia ho forgiato l' acido acetilsalicilico detto e conosciuto come aspirina. Invece, con stupore, la domanda posta alla mia persona era esatta. Nel pieno della notte una ragazza mi chiede se ho l'aspirina. Ovviamente dico di no. Ma ovviamente nel senso che non uso aspirine,non compro aspirine e non vado in giro con aspirine. E' sempre particolar l'esperienza di vivere un qualcosa che va oltre la solita convenzional…

Pagine Senza Tempo.

Senza umanità,
senza umiltà,
senza dignità,
senza solidarietà,
senza.

Tempo di rivolta,
tempo di passione,
tempo di speranza,
tempo.

Pagine di libro,
pagine di storia,
pagine aperte,
pagine sospese,
pagine.

Pagine Senza Tempo.

Marco Barone

L'intensa lettera di una Signora a difesa del Carso.

Questo è un periodo di gran cambiamento. Egitto, Tunisia, Algeria, ora Libia, poi Iran, poi Inghilterra,poi Francia e poi Spagna e finalmente Italia. Effetto domino di politiche e storie umane scellerate, di politiche che hanno comportato l'affermazione del loro diritto alla mera ingiustizia sociale, alla sempre maggior  povertà. Tra preoccupazioni per eventuali nuovi periodi stragisti di mafia o similari, tra tentativi di salvaguardia delle poltrone del vile potere, ed attese di eventuali condanne destinate a divenir definitive quando il tempo non sarà più nel loro tempo, ecco che l'Italia continua nelle sua quotidianità ordinaria. Per esempio dalla città di confine, Trieste, giunge voce della possibilità di modificare la vigente legge elettorale per consentir all'attuale sindaco l'ebbrezza di un terzo mandato. Già si dirà solite voci di corridoio. Ma queste voci non nascon mica dal nulla. Hanno sempre uno scopo. Verificare la reazione della pubblica opinione. Pubblica op…

L'Invalsi e l'invasione della "vita privata".

Ogni anno puntuale come un vero orologio svizzero, giunge il momento delle prove dell'Invalsi. Per capire cosa è l'Invalsi rimando integralmente a questo mio precedente articolo che è ancora valido ed attuale.
Voglio ara  soffermarmi brevemente sulla violazione posta in essere tramite i questionari dell'Invalsi, sulla privacy della normale vita familiare dello studente, ed in particolar modo sulla mera intrusione arbitraria posta in essere dal MIUR nella sfera della vita privata dell'individuo in violazione con Convenzioni che sono fonte di rango primario di diritto sia interno che europeo.

Sul sito dell'Invalsi si legge che  alle segreterie delle scuole sarà richiesto di raccogliere una serie di informazioni sugli studenti, e precisamente: nazionalità (italiana o straniera), livello di istruzione e occupazione dei genitori, orario settimanale della classe frequentata, frequenza o meno dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia ecc.
Le prove per il corrente anno…

Uscite dalle vostre tane.

Giunge la notte, vedi le strade delle città confondersi nella nebbia, ascolti il suono del silenzio in armonia con i passi, cento, mille passi, che separano i tuoi pensieri dalla canonica realtà. Carte accompagnate del fumo della sigaretta notturna, colonne infinite di auto dormienti ai piedi dei dormitori privati. Ecco giungere l'auto blu che con la lentezza tipica del risveglio mattutino, percorre i sentieri nebbiosi della periferia bolognese. Notte di periferia, notte di città, notte di campagna metropolitana, notte nell'isolamento esistenziale. Tu ed i tuoi pensieri. Vuoto nello spazio, aria e terra vivono l'amore, sospeso dal fischio del treno che corre corre per i binari del non più confine orientale. I tuoi occhi si perdono nel buio, luci opache colorano i portici artificiosi, chiaror di luna smarrito sopra le nuvole. Nuvole, nuvole, tante nuvole, ma un colpo di vento spazza via nell'attimo mai compreso ciò che prima impediva alla natural fonte di luce di prendere per …

Il 15 febbraio 2011 ed il 6 aprile 2011, la storia insegna.

Era il 15 febbraio del 2005 il giorno in cui nasceva you tube.  Un sito web che permette la condivisione a livello globale di tutti gli elementi colti dall'occhio umano ed offerti alla pubblica opinione, alla collettività. E sarà proprio il potere della rete, della condivisione di foto, di video, di varie informazioni a permettere la destabilizzazione del potere vigente. Per esempio il  Dipartimento di Stato Usa invia messaggi su Twitter agli iraniani per fomentare una giusta rivolta destinata a crescere per far cadere il Regime . Ma ciò sia ben chiaro non si verifica perchè gli USA così all'improvviso son diventati buoni e portatori della libertà e della democrazia. No,ciò si verifica unicamente ,con il probabile bagno di sangue,con il probabile enorme sacrificio di vite umane, per salvare gli interessi israeliani, la potenza nucleare israeliana senza la necessità di sparar una sola bomba sul territorio iraniano. In  tale giorno in Italia si decide di processare l'attuale …

Solidarietà all'isola dei cassintegrati ed a tutte le donne.

Voglio con questo breve post, esprimere la mia piena solidarietà per il vile commento apparso al seguente post
dell'isola dei cassintegrati che invitava allo stupro libero verso le donne.
Voglio solidarizzare con tutte le donne, contro ogni forma di maschilismo e società patriarcale, contro ogni violenza attiva e passiva, reale e virtuale posta in essere contro le donne.
Per dovere di cronaca sottolineo che il commento è stato eliminato, ma nel breve tempo che è rimasto in rete ha creato grande senso di disgusto ed indignazione.

Marco Barone

Sequestrato sito internet, per articolo satirico contro Berlusconi.

Bene, l'immagine  appena visualizzata, è tratta dal sito  http://www.savonaeponente.com/ sequestrato perchè il 4 febbraio 2011 è stato pubblicato articolo fortemente satirico dal titolo: ‘Voglio ammazzare Berlusconi’,  dipingendo il premier nelle vesti di un alieno, con tanto di foto ritoccata.

La blogger ha subito perquisizione realizzata  dalla Postale con la Digos di Savona. Sono stati sequestrati  i computer della redazione del blog ‘Savonaeponente.com’,  e la  giornalista è stata trattenuta nella Questura a Savona, per varie ore.
Ma se non bastasse sono stati  sequestrati anche i computer del figlio della  blogger perchè  tecnico informatico, ed è stata anche  perquisita, in un’officina meccanica dove si trovava per un guasto, l’auto del marito della donna. I motivi dell'urgenza sarebbero stati dettati dal fatto che, in base alle notizie che circolano nella rete, la donna risultava ufficialmente detenere un’arma che successivamente è risultata essere stata ceduta ne…