Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2009

I rifiuti blindati di piazza d'armi

tratto da http://sfoll-aut.blogspot.com/
Una trentina di sfollati di piazza d'armi si sono opposti alla deportazione e sono rimasti nel campo. Ci sono vecchi, bambini, persone con l'invalidità totale, italiani e stranieri.
La protezione civile gli ha lasciato solo le tende, una lavatrice, un cesso chimico e tanta monnezza.
Da oltre 10 giorni vivono in una vera e propria discarica. Non hanno cucina, né viveri.
Da oltre 10 giorni la Sebach non provvede allo svuotamento e pulizia del cesso.
Dalla protezione civile fanno sapere che ora la gestione del campo è di pertinenza del Comune.
Ma il Sindaco non è mai stato lì, a vedere i ratti e i cani che sguazzano nella merda che sta allagando i cessi, la tenda tagliuzzata non si sa da chi, a una giovane donna residente nel campo, le bombole del gas abbandonate e tanti altri rifiuti lasciati dai militari che hanno smantellato la tendopoli.
Io ci sono stata, ho visto e ascoltato. Mi hanno detto che ora quel campo è terra di nessuno, che da quand…

Egitto, Amnesty International denuncia: centinaia di migranti muoiono al confine con Israele

Soldati israeliani confermano: "Sappiamo di uccisioni quasi tutti i giorni"

Diversi gruppi di attivisti per i diritti umani, tra cui Amnesty International, sostengono che le cifre ufficiali relative ai migranti uccisi dalle forze egiziane al confine con Israele, non rivelano la gravità del bilancio. Secondo questi dati sarebbero sette le vittime dall'inizio del mese ma diverse testimonianze parlano di uccisioni quotidiane. Sigal Rosen, dell'Ong "Moket", ha dichiarato all'agenzia Irin che" credo fortemente che ci siano centinaia di morti non dichiarte".
Sigal riferisce anche di aver parlato con centinaia di rifugiati e che tutti hanno raccontato di vittime nel loro gruppo. Cita poi anche fonti dell'esercito israeliano schierato al confine che "sentiamo sparare tutte le notti e quasi tutti i giorni siamo informati che le forze egiziane hanno ucciso qualcuno".
Il portavoce del ministero degli Esteri egiziano, Hossam Zaki, ha risposto a…

Può essere trasferito il giudice che è solito non far parlare gli avvocati in aula

Può essere trasferito dal foro dove esercita il magistrato che "sistematicamente" bolla i ricorsi presentati dagli avvocati come inammissibili o improcedibili senza dar loro neppure l'opportunità di difendersi e di parlare in aula, invitandoli sbrigativamente, cioè, "a rassegnare le conclusioni".

Lo hanno stabilito le Sezioni unite civili della Cassazione che, con la sentenza n. 20730 del 28 settembre 2009, hanno confermato il trasferimento dal Tribunale di Ancona di un giudice che, fra le altre cose, era stato oggetto di decine di esposti da parte degli avvocati perché "non aveva consentito ai difensori di effettuare alcuna attività ai sensi degli articoli 183 e 184 c.p.c." e li aveva sempre invitati "a rassegnare le conclusioni per poi dichiarare inammissibile o improcedibile il ricorso".

Debora Alberici cassazione net

RU486: CDA AIFA APPROVA COMMERCIALIZZAZIONE

Il consiglio di amministrazione dell'Agenzia italiana del Farmaco, riunito in seduta odierna ha approvato il verbale della scorsa riunione ove e' stata deliberata, tra le altre, l'autorizzazione all'immissione in commercio della specialita' medicinale Mifegyne. Il cda si e' riconvocato, anche in considerazione delle richieste formulate dal presidente della commissione Igiene e Sanita' del Senato della Repubblica, per il giorno 19 ottobre al fine di procedere alla formulazione del mandato al direttore generale per gli adempimenti successivi. Lo rende noto un comunicato della stessa Aifa.

Nave dei veleni: confermata la presenza di fusti radioattivi

Confermata l'ipotesi che i fusti presenti all'interno del relitto ritrovato a largo di Cetraro, grazie alle dichiarazioni del collabotare di giustizia Fonti, sono radioattivi.
Dall'analisi del filmato realizzato dalle telecamere del Rov, il robot mandato a 480 metri di profondità alla ricerca del Cunski e grazie all'ingrandimento di alcuni fotogrammi, gli inquirenti hanno potuto stabilire che i due fusti che si intravedono adagiati nelle immediate vicinanze dello squarcio che c'è sulla fiancata dell'imbarcazione, sono contenitori che negli anni Ottanta e Novanta venivano utilizzati per il trasporto di rifiuti speciali, tossici o radioattivi. La notizia è stata anche confermata anche dal procuratore di Paola, Bruno Giordano.
L'INTERVENTO DI LEGAMBIENTE
«Sono passati 17 giorni dal ritrovamento della motonave Cunsky sui fondali di fronte a Cetraro. 17 giorni sprecati, evidentemente, dal momento che nessun intervento concreto da parte del Governo si è verificato n…

La prigione dove tutti possono finire

a cura della Redazione di Ristretti Orizzonti



Mattino di Padova, rubrica "Lettere dal carcere", 28 settembre 2009



Educare alla legalità le giovani generazioni significa anche parlare dei percorsi che dalle piccole violazioni della legge possono portare a commettere reati, ma se a farlo sono le persone detenute, che quei percorsi li hanno attraversati davvero fino in fondo, l’esperienza assume un significato molto più profondo. È per questo che, con l’anno scolastico, riparte il progetto "Il carcere entra a scuola". Progetto che la redazione di Ristretti Orizzonti propone alle scuole, in collaborazione con il Comune di Padova e la Casa di reclusione. Le testimonianze che seguono sono di detenuti. Gli insegnanti interessati al progetto possono chiedere informazioni alla mail redazione@ristretti.it.



Così la mia pena è meno inutile



Testimoniare di fronte ai ragazzi storie fatte di una serie di fallimenti non è mai facile. Accettare un confronto leale con gli studenti non è…

Dossier eternit in Basilicata

Lo stabilimento della ex Materit in Basilicata, che ha prodotto manufatti in cemento-amianto (eternìt), è oggi un monumento all’idiozia. Da un lato, rappresenta la logica dell’amministrazione straordinaria al Sud, che ha dominato l’Italia in passato producendo solo cambiamenti di nomi societari, cassa integrazione, abbandono di lavoratori e danni a salute pubblica e ambiente. Dall’altro, uno scenario attuale entro il quale si fanno affari e soldi per bonificare aree che restano contaminate, mentre i giovani scappano, le fabbriche chiudono, e la curva dei tumori aumenta in controtendenza rispetto al resto del paese.


Fantasmi del Sud – Meglio morire di cancro che di fame. È il cinismo con cui negli anni Ottanta un sindaco liquidava gli operai della Materit in Valbasento. Così va la vita. Sulla base di questo ricatto esistenziale si è continuato a lavorare amianto fino al sequestro dello stabilimento e alla definitiva chiusura nel 1989 ad opera del Nucleo operativo ecologico dei carabini…

Respinti dieci migranti in Tunisia

del Gruppo EveryOne


Firenze, 30 settembre 2009. La mattina di martedì 29 settembre dieci profughi erano stati rilevati dalle autorità italiane 32 miglia a sudovest di Pantelleria, a bordo di una piccola imbarcazione in deriva.
La presenza del gommone era stata segnalata da un motopesca nella prima mattina, e una motovedetta italiana della Guardia Costiera, accompagnata da un elicottero, si era immediatamente recata sul posto.


Il Gruppo EveryOne aveva allertato le autorità internazionali, inviando già in mattinata un appello urgente all'Alto Commissario ONU per i Rifugiati, all'Alto Commissario ONU per i Diritti Umani e al Consiglio d'Europa, chiedendo che si vigilasse attentamente sulle procedure di accoglienza per evitare un eventuale respingimento in violazione della Convenzione di Ginevra o altri abusi.


Purtroppo, nonostante la tempestività di EveryOne, i migranti, dopo essere stati intercettati a bordo dell’imbarcazione nei pressi di una piattaforma petrolifera, in acque …

Ecco chi ha fatto i debiti. E li paghiamo noi

Simonetta Lombardo terranews
Ottocentomila euro di multe europee per l’Italia che non rispetta i limiti di emissione? Errore e, soprattutto, voluta disinformazione. Si tratta di soldi che una parte del sistema industriale deve destinare al pagamento dei crediti di emissione. In altre parole, denaro che va a comprare “licenze” di emissione di gas serra presso le industrie, italiane o europee, che hanno diminuito oltre i tetti fissati per legge il loro consumo di energia e quindi la produzione di anidride carbonica. Se questo è il meccanismo, le industrie che si stanno facendo del male - e lo stanno facendo ai consumatori - hanno nomi e cognomi precisi. Si chiamano Edison, Enel, Saras, Eni e Tirreno Power. Per legge, nel 2008 Edison poteva sparare in aria poco più di 14 milioni di tonnellate di CO2 e altri gas che fanno alzare la febbre del pianeta. Ne ha prodotte quasi 23 milioni.

Enel era riuscita a patteggiare per se stessa, con tutti i governi che si sono succeduti negli ultimi anni, …

Milano, vigili a caccia degli immigrati il bus-galera imprigiona i clandestini

Gli stranieri senza documenti vengono fatti salire su un bus con grate sui vetri: è il “bus-galera” usato per gli ultrà, utilizzato per bloccare i presunti clandestini e poi identificarli. A effettuare le operazioni sono i vigili del nucleo Trasporto pubblico, istituito per garantire la sicurezza su tram e bus, ma che di fatto si è specializzato in questi mesi nella caccia ai clandestini in città
di Franco Vanni repubblica.it

Al commissario questo lavoro piace: "Ragazzi, prendetemi anche quello nascosto nell’erba e mi avete fatto felice", dice ai suoi. Quello nascosto nell’erba è nordafricano, ha poco più di 20 anni. Si è liberato dalla presa di un vigile e si è imboscato dietro a un cespuglio. Da lì, è corso chissà dove. Al termine di un’intera mattinata di controlli, sarà l’unico straniero scappato al nucleo Trasporto pubblico dei vigili. La squadra, messa in piedi dal Comune nel 2000 per garantire la sicurezza su tram e bus, dallo scorso anno si è specializzata nel servizio…

Stato di agitazione al Policlinico Umberto I di Roma

Il 21/9/09, dal Coordinamento precari ed esternalizzati del Policlinico Umberto I, fantasmi del Sant’Andrea e Cobas Sanità Università e Ricerca, è stato indetto lo STATO DI AGITAZIONE, per ottenere dalla Regione, dopo tante promesse ed attese, la definitiva concretizzazione delle nostre ASSUNZIONI.
Il 25/09/09 in un incontro con i fantasmi dell’Azienda ospedaliera Sant’Andrea il direttore generale, Dott. Vitaliano De Salazar, ha comunicato che in data 24/09/09 è arrivata dalla Regione Lazio la lettera che concede la deroga per assumere il personale precario ed esternalizzato.
Dopo 4 anni di lotte degli esternalizzati del Lazio finalmente è possibile iniziare realmente a stabilizzare i lavoratori. Questa operazione produrrà un risparmio per le casse regionali ed un aumento della qualità dell’assistenza.
Il merito di questa importante vittoria, qualora fosse confermata (aspettiamo di avere in mano la deroga regionale), è solo ed esclusivamente del Cobas e dei lavoratori esternalizzati…

Guinea, sale a 87 il numero delle vittime della repressione militare

Sale a 87 morti il tragico bilancio degli scontri fra polizia e manifestanti riunitisi ieri fuori dallo stadio di Conakry, capitale della Guinea, in occasione di una manifestazione non autorizzata e organizzata dall'opposizione per protestare contro la giunta militare salita al potere con un colpo di stato il 23 dicembre 2008 e guidata dal capitano Moussa Dadis Camarà. Il bollettino, per ora ufficioso, rivela che subito dopo le proteste dei dimostranti e la carica della polizia sono stati raccolti 87 corpi all'interno e all'esterno dell'impianto sportivo. La manifestazione era stata indetta dalle forze di minoranza per contestare una sempre più probabile candidatura di Camarà alle elezioni presidenziali del prossimo gennaio. Testimoni hanno raccontato che le forze di sicurezza non hanno nemmeno accennato un'azione di contenimento pacifico. Dopo aver caricato la folla con manganelli e lanciato su di essa lacrimogeni i poliziotti hanno iniziato a sparare ad altezza d…

Min.Lavoro: graduatoria dei comuni con meno di 50.000 abitanti ammessi al contributo per LSU

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI


DECRETO 26 maggio 2009


Graduatoria dei comuni con meno di 50.000 abitanti ammessi al
contributo ai sensi dell'art. 1, comma 1156, lettera e), legge
296/2006 per lo svolgimento di attivita' socialmente utili e per
l'attuazione di misure di politiche attive del lavoro riferite ai
lavoratori impegnati in attivita' socialmente utili con oneri a
carico degli stessi Enti. (09A11254)

SCIACCA (Ag)
CALTABELLOTTA (AG)
ROCCADASPIDE(AV)
CITTANOVA(RC)
CIANCIANA(AG)
VALLATA(AV)
ANDRETTA(AV)
PONTECAGNANO FAISANO (SA)
SANT'ARSENIO (SA)
CORBARA (SA)

Retroscena di un funerale di Stato

Sabato 26 Settembre 2009 23:06 Paolo Farinella da report online
E-mail Stampa
Ricevo una comunicazione riservata da persona proveniente da «dentro» il sistema militare dei «corpi speciali» che mi ha fatto rabbrividire. A motivo del mio lavoro (terapia di sostegno), avevo intuito che molte cose non quadrassero, ma questa rivelazione mi ha sconcertato. Il berretto al bambino di due anni e la corsa dell'altro bambino alla bara del padre con la mano che si copre il volto (foto giornali perché non ho visto i funerali né ascoltato tg e rg) non sono frutto di spontaneità o gesti di mamme che cercano di proteggere i figli con «qualcosa» del padre (berretto e abbraccio).

Al contrario, sembra che tutto sia stato centellinato dall'équipe di sostegno psicologico che in questi giorni circondano i familiari con un cordone sanitario strettissimo. Mi dice il militare interlocutore che lo scopo di questo gruppo di sostegno non è aiutare le famiglie ad elaborare la morte e il lutto, ma impedire ch…

GERMANIA, ASSE: LA RADIOATTIVITA' FA PAURA / mentre ripropinano il nucleare a Montalto e in altri siti d'Italia

Nella foto, la sezione del tunnel “che fa acqua” contenente i 126.000 bidoni di rifiuti nucleari a rischio.




In Italia, in questi giorni, rispunta il folle progetto della Centrale Nucleare di Montalto di Castro, ( Viterbo ) costruita durante la "Prima Repubblica" (in un'area che all'epoca era zona sismica), ma fortunatamente mai entrata in funzione. Intanto, sempre in tema di nucleare e radioattività continua l'allarme in Germania per i "famosi" fusti radioattivi nelle miniere di Asse. Anche in Italia c'è molta preoccupazione per i bidoni zeppi di radioattività collocati da mafia 'ndrangheta e camorra nel nostro mare, e non sappiamo se solo lì.

Nelle miniere di Asse, piccolo rilievo della Bassa Sassonia, nel cuore di una montagna di sale, riposano da decenni rifiuti a media e bassa radioattività delle centrali nucleari tedesche. Un luogo per seppellire 126.000 contenitori stipati al “sicuro” da molti pericoli. Ma non da tutti.

All'impovviso 13 a…

Tagliato l'albero per Impastato a Bergamo marcia di protesta

da repubblica.it di GIULIANA UBBIALI
Prima la targa che gli intitola la biblioteca, poi l'ulivo piantato quel 3 giugno del 2008 quando Ponteranica, comune alle porte di Bergamo, decide di ricordare anche così Peppino Impastato, vittima della mafia. Dopo che l'amministrazione leghista neoeletta ha deciso di togliere il suo nome alzando un polverone di polemiche culminato ieri con una protesta pacifica con migliaia di persone, lo sfregio.

L'albero che aveva messo radici nel prato del BoPo, la bocciofila del paese dove accanto ai campi in sabbia si organizzano mostre e concerti, è stato tagliato. Il blitz è di venerdì notte, la mano è ignota ma ha lasciato un biglietto irridente appeso alla sagoma di un piccolo pino: "Mé ché öle ü paghér", "Io qui voglio un pino".

Ma c'è una parte del paese che non ci sta e che ieri ha partecipato in massa alla manifestazione promossa da Comitato Peppino Impastato, 7.000 persone secondo gli organizzatori, forse più di qua…

Sabato 3 ottobre Corteo nazionale Precari al Ministero della Pubblica Istruzione

I Cobas della Scuola CONDIVIDONO PIENAMENTE L'INIZIATIVA del Comitato docenti e ATA Precari di Salerno che , “ in nome e per conto dei precari e delle precarie, delle associazioni, delle strutture, dei coordinamenti, dei collettivi e comitati che a livello nazionale si riconoscono nella manifestazione dei precari del 3 ottobre e nel percorso che partirà alle ore 15 dalla Stazione Termini di Roma ” , ha indetto la manifestazione e il corteo indipendente che PARTENDO DALLA STAZIONE TERMINI ALLE 15 ARRIVERA' ( e TERMINERA' ) al Ministero
della Pubblica Istruzione.
Il tentativo di convogliare i precari nella manifestazione della Federazione Nazionale Stampa a p.za del Popolo (spostata dal 19 settembre al 3 ottobre a causa del minacciato ritiro dell'adesione da parte di Pd e IdV dopo la morte dei soldati italiani a Kabul) dimostra infatti una fondamentale divergenza tra le forze in campo rispetto alla riapertura del conflitto in Italia, allo sviluppo di esso e dei movimenti…

JUNTOS - DIFESA DEI DIRITTI UMANI IN LATINO AMERICA!!!

Voglio pubblicare questo bellissimo scritto di Michele Capuano membro di Juntos difesa dei diritti Umani in Latino America su facebook

La donna stava per partorire.
Guardò il suo grembo e iniziò a dialogare.
“Vorrei raccontarti
l’esperienza di chi nasce precedendo il tempo.
Vorrei parlarti di Antonio, Maria, Josè, Ines, Jmmi e Omar.
Vorrei che tu
prima del giorno nuovo
amassi la storia di ogni comunità:
i loro colori, le tradizioni, le speranze, i sogni.
Amassi ogni popolo:
per non rimanere solo.
Vorrei trasmetterti il grande scompiglio:
i nostri giorni.
E vorrei che tu ascoltassi la voce di chi lotta per la libertà.
Vorrei descriverti le nostre usanze:
ma, ormai, durano solo pochi attimi.
Quella che stai ascoltando è…
la mia anima: la ragione che si confonde con i sentimenti.
Non è questa la stagione
della vendemmia: molti animali politici hanno smesso di esserlo:
hanno scelto di essere unicamente bestie
(o non hanno scelto affatto).
Hanno scelto di non vivere in società ma di saccheg…

Nave dei veleni: teschi umani sul relitto

Dietro un oblò della nave gli inquirenti che hanno analizzato il filmato del relitto, hanno notato la presenza di resti umani, precisamente di teschi.
Si tinge di orrore la vicenda di Cetraro si tinge di orrore.
Le telecamere del Rov, il robot utilizzato dalla Nautilus per la ricerca della motonave, naufragata a quasi dodici miglia dalla costa cetrarese e a 483 metri di profondità, hanno rilevato taluni agghiaccianti particolari che, se confermati, potrebbero determinare una svolta nel complessiva lettura della vicenda, introducendo dei particolari del tutto inediti, ed ora si pensa alla sorte dell'equipaggio, di cui non è mai stata trovata traccia.
Il fotogramma dei teschi dunque potrebbe essere stato sarcofago non soltanto di scorie radioattive, ma anche di scomodi testimoni di un progetto delittuoso.
Ieri il presidente della Provincia, Mario Oliverio, ha incontrato il procuratore di Paola, Bruno Giordano, per assumere informazioni sulle indagini in vista del consiglio provinciale s…

Avvocati: le offese nell’arringa non sono reato

n aula massima libertà di espressione agli avvocati. Infatti, sono lecite le arringhe animate e a tratti offensive che servono al legale per sostenere una “strategia difensiva”, anche se non proprio attinenti con la causa.
È quanto stabilito dalla Corte di cassazione che, con la sentenza n. 35880 del 16 settembre 2009, ha respinto il ricorso della Procura di L’Aquila presentato contro l’assoluzione decisa dal Giudice di pace di Vasto in favore di un avvocato che, in una causa per minacce, aveva, nella sua arringa, descritto la parte offesa come un soggetto “economicamente inaffidabile”.

“Va premesso – si legge nelle motivazioni – che per il riconoscimento della cosiddetta immunità giudiziale prevista dall’art. 598 c.p., è necessaria l’esistenza di un nesso logico tra le offese e l’oggetto della causa, donde solo gli insulti del tutto estranei a detto oggetto vengono ad integrare i reati di ingiuria o di diffamazione”. Ma non solo. “Ciò premesso – continuano i giudici – deve rilevarsi ch…

Conferenza Stato – Città e Autonomie locali: approvato il provvedimento che introduce premialità per gli Enti più virtuosi

In primo luogo, il decreto sulla premialità, che consentirà, agli Enti locali più virtuosi, di escludere dal computo del saldo di stabilità un importo pari al 70% della differenza registrata tra il saldo degli Enti inadempienti al patto e l’obiettivo programmatico assegnato. Con questo decreto, pertanto, verrà individuata, per ciascun comune considerato virtuoso, una cifra che lo stesso Ente potrà escludere dal saldo attivo per il patto di stabilità 2009.

E’ stata, inoltre, raggiunta un’intesa sulla riduzione dei costi della politica per gli Enti locali. Il provvedimento quantifica l’ammontare effettivo delle riduzioni di spesa, conseguite dagli Enti locali fino al 31 dicembre 2008, che derivano dall’attuazione delle disposizioni previste dalla Finanziaria 2008 e finalizzate a realizzare risparmi sui costi della politica. L’intesa consentirà al Ministero dell’Economia di adeguare, in termini di cassa, il fondo ordinario per l’anno 2008 pari a 100 milioni di euro, che saranno distribui…

Rilevazione assenze personale scolastico con contratto a tempo indeterminato

Nell'a.s. 2008/2009 il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ha avviato, di concerto con il Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazione, il monitoraggio mensile delle assenze del personale della scuola con contratto a tempo indeterminato. L'attività di rilevazione delle assenze del personale docente e ATA, destinata ad assumere carattere sistematico, analogamente a quanto già avviene in tutti i settori della Pubblica Amministrazione, riprende per l'a.s. 2009/2010 dal 1 ottobre p.v. con una novità: l'introduzione di una specifica sezione relativa al numero di permessi fruiti ai sensi dell'art. 33 della legge n. 104/92.
La comunicazione dei dati avviene, come di consueto, accedendo al portale SIDI - nell'area "Rilevazioni sulle Scuole" - in cui è attiva la voce "Assenze del Personale". A tal fine i dirigenti scolastici e i DSGA, abilitati alla compilazione, possono autorizzare il personale amminist…

Dal G20 di Pittsburgh: tutto come prima

da http://www.infoaut.org/articolo/dal-g20-di-pittsburgh-tutto-come-prima/

Il G20 di Pittsburgh, in onda questi giorni, si presenta volutamente con toni meno drammatici rispetto a quello di Londra dello scorso aprile. Ciò è dovuto al doppio registro del suo contenuto politico. Da un lato, rilanciare al mondo l'annuncio della Federal Reserve che "la recessione è finita". Dall'altro, accantonare nei fatti gli impegni per una regolazione un minimo più stringente dei mercati finanziari, ovvero mantenerli a voce senza però produrre quegli accordi vincolanti di cui si era parlato quando la crisi era al culmine. Traduzione mediatica: cauto ma rassicurante ottimismo e (solo) promesse di regolazione della finanza perché il rischio catastrofe non si ripeta di nuovo. Anche il battage, più retorico che effettivo, sui bonus dei manager sarà riposto nel cassetto.

Per le banche e le istituzioni finanziarie - quelle sopravvissute con un livello di concentrazione molto più alto di prim…

PER UNA MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONTRO LA GUERRA

Proponiamo a tutte le sinistre politiche, sindacali, di movimento, di promuovere unitariamente ,entro l’autunno, una grande manifestazione nazionale a Roma per il ritiro delle truppe dall’Afghanistan.
L’allineamento di Governo, PD, UDC, a sostegno della continuità della guerra, contrasta nel modo più clamoroso con l’orientamento opposto di una larga maggioranza della popolazione italiana.
E’ necessario dare a questo sentimento popolare una traduzione antimperialista e un primo sbocco politico, con una vasta mobilitazione nazionale e una manifestazione centrale. Tanto più in presenza di contraddizioni, per quanto spurie, all’interno della stessa maggioranza di governo.
Sarebbe davvero abnorme regalare spazio al doppiogiochismo della Lega sul tema della guerra.

MARCO FERRANDO ( Partito comunista dei lavoratori)

info@pclavoratori.it

Sanofi Aventis regala 100 case e Bertolaso compra 24 mln di vaccini

da indymedia abruzzo

SCOPPITO. Grande giornata ieri per la Sanofi Aventis: nel corso dell'inaugurazione del villaggio realizzato dall'azienda farmaceutica il capo della protezione civile, Guido Bertolaso ha annunciato l'acquisto di 24 milioni di vaccini contro l'influenza proprio dal colosso che ha una sede anche a Scoppito.

Ad inaugurare le 100 case in legno è arrivato il presidente del Senato Renato Schifani. Gli alloggi pronti fino a questo momento sono 47.
Schifani è stato accolto dal capo della protezione Civile, Guido Bertolaso, e dal prefetto dell'Aquila, Franco Gabrielli.
Alla cerimonia di inaugurazione che si è svolta in un gazebo hanno partecipato anche l'Arcivescovo dell'Aquila, Monsignor Giuseppe Molinari, il sindaco dell'Aquila Massimo Cialente e il presidente della Provincia dell'Aquila, Stefania Pezzopane.24 MILIONI DI VACCINI DALLA SANOFI AVENTIS

Ma grande protagonista della giornata è stata proprio la Sanofi Aventis.
Bertolaso ha reso n…

Leggete questa storia compagni se volete . No al razzismo e ai cpt lager !

da indymedia bologna:
Leggete questa mia storia compagni se volete . No al razzismo e ai cpt
lager !
Compagni vi scrivo da Piacenza , ho 21anni e sono in carrozzina elettrica (
invalidità 100% ) e sono nei Giovani comunisti di piacenza . Ho conosciuto
una 20enne nigeriana prostituta sfruttata ( 6 mesi tt i gg torino-piacenza
e piacenza-torino , 10ore a battere ) clandestina , ci siamo innamorati e
volevo toglierla di lì e volevo farla aderire al "progetto oltre la
strada" del comune e lila . Mentre ero in spagna purtroppo l'hanno
arrestata , dopo 2gg lei mi chiama e dice che è libera e stà in casa
protetta e che entro 4mesi ha i documenti . Sab 22 ago vado a bologna e
scopro che stà nel CIE di bologna ( via mattei 60 ) , chiedo alla polizia
di stato se posso vederla , loro mi rispondono di no e che ci vuole
l'autorizzazione della prefettura , allora vado in prefettura e mi dicono
ch devo attendere lunedì in quanto gli uffici competenti sono chiusi . Nel
frattempo mi dicono di torna…

'Io boss, cercai di salvare Moro'

testimonianza di Francesco Fonti raccolta da Riccardo Bocca espresso.it
Il pentito della 'ndrangheta Francesco Fonti rivela come, dietro richiesta di parte della Democrazia cristiana, cercò la prigione di Aldo Moro durante il suo rapimento: dai contatti con il Sismi a quelli con la banda della Magliana e Cosa Nostra. Fino all'incontro con il segretario Dc Benigno Zaccagnini. Tutto lavoro inutile, perché...

Si chiama Francesco Fonti, e il suo nome in queste settimane rimbalza tra giornali e televisioni. Grazie al dossier che ha consegnato alla Direzione nazionale antimafia, pubblicato da "L'espresso" nel 2005, i magistrati della Procura di Paola e la regione Calabria hanno individuato il 12 settembre scorso, al largo della costa cosentina, il relitto di un mercantile carico di bidoni: il primo passo verso una verità che riguarda il traffico internazionale di scorie tossiche e radioattive. Un intreccio tra politica, servizi segreti e malavita organizzata."Soltan…